menù

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri con iscrizione n°13/2013



           



giovedì 26 marzo 2020

Coronavirus, tre nuovi casi a Velletri: si sale a 13. Il Sindaco: "Collegamenti epidemiologici già esistenti"


"La ASL ha inviato un aggiornamento sulla situazione sanitaria di Velletri, si registra un nuovo caso la cui identificazione è avvenuta il 22 marzo mentre altri due casi, che prima non erano stati comunicati, erano già positivi dal 17 marzo. Tutti e tre i casi hanno un collegamento epidemiologico già esistente. Sulla base di questi aggiornamenti le persone positive sul territorio di Velletri sono 13.

Grazie al supporto della tecnologia, ieri abbiamo potuto svolgere una riunione di Giunta, in modalità on-line, per approvare alcuni provvedimenti collegati alla situazione che stiamo vivendo. Sull’Albo Pretorio on-line trovate le relative delibere. Sempre on-line ho anche partecipato all’assemblea dei sindaci della ASL Roma 6, appuntamento molto sentito per valutare congiuntamente la situazione che interessa i nostri presidi ospedalieri. Il direttore generale Narciso Mostarda ha illustrato le iniziative in corso, messo in evidenza le criticità e chiesto la massima collaborazione istituzionale. Nel mio intervento ho fatto rilevare la preoccupazione dei cittadini sulla sospensione dei reparti di pediatria e punto nascita, facendo rinnovare l’impegno che si tratta di provvedimenti legati all’emergenza coronavirus. Sulla Gazzetta ufficiale è stato pubblicato il Decreto con le «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza». Tra le tante richieste di sostegno che ricevo quotidianamente, mi colpisce molto quella dei familiari che non possono recarsi al cimitero per portare un fiore ai loro cari, in particolare l’appello straziante di genitori che hanno perduto i figli. Con molta fatica rinnovo a loro le motivazioni che mi hanno condotto a prendere tali decisioni e quanto sia importante rispettarle. Osserviamo con molta prudenza l’evoluzione dei dati nazionali, la conferma del trend di questi ultimi giorni serve soprattutto al morale e a rinnovare l’impegno di tutti a rispettare le regole e a restare a casa. Ieri davanti agli uffici postali, in particolare in quello della Galleria Ginnetti, si sono formate lunghe file, oggi credo che la situazione si ripeterà con l’inizio del pagamento delle pensioni di aprile che è stato scaglionato, consulta la tabella con i turni. Raccomando tutti di essere disciplinati, di non accalcarsi e di portare pazienza". Così il Sindaco Orlando Pocci nel suo quotidiano diario di informazione alla cittadinanza.