menù



           

venerdì 10 agosto 2018

Paolo Felci: "Più vado avanti in questa battaglia, più mi rendo conto che il centrodestra veliterno è fallito"

Dopo i suoi primi due consigli comunali, Paolo Felci torna a parlare e lo fa con una nota ufficiale sulla propria pagina da consigliere. Il 9,4% guadagnato dal candidato tartarugato e dalla sua coalizione è un dato importante, che dà lo spunto all'esponente di Casapound per una riflessione sullo stato del centrodestra veliterno, colpevole di aver "riconsegnato la città alla sinistra".

Se i primi post dopo lo scrutinio, di fronte alla prospettiva di quindici anni consecutivi di governo a guida PD, erano stati più brevi, Felci in una nota di qualche giorno (3 agosto) fa scende nel dettaglio: "Più vado avanti in questa battaglia, più mi rendo conto come sia miseramente fallito il centro destra veliterno. Oltre a consegnare nuovamente la città alla sinistra" - ha detto l'esponente in Consiglio di CPI - "non sono stati in grado di formare una nuova classe dirigente all’altezza o di qualche figura di spessore o di riferimento. Non hanno formato giovani, non hanno prodotto cultura e non hanno lasciato il minimo segno se non per gli interessi personali di qualcuno. Si è consegnata di nuovo la città al PD, morto in tutta la Nazione, vivo e vegeto soltanto qui... Costretti oggi a rintanarsi dietro ad un civismo di facciata, visto il disaccordo nazionale tra Fratelli d’Italia e Lega. Insieme a me ed al nostro gruppo sta continuando a crescere qualcosa di assolutamente bello ed interessante. Certe scelte politiche e in alcuni casi, certe non scelte, certi disordini organizzativi si ripercuotono inevitabilmente sul popolo che rimane purtroppo scevro della propria identità politica. Rimettiamo ordine nelle idee, rimettiamo volontà nelle persone. Io ne sono il rappresentante, ma le voci sono sempre di più, ogni giorno. Continuiamo così e il messaggio, magari, arriverà". Un input chiaro quello del giovane consigliere comunale, che oltre alla critica non nasconde i progetti futuri per far crescere ancora di più il suo movimento.
Associazioni e Solidarietà