venerdì 18 maggio 2018

Viabilità, turismo, parcheggi e decoro urbano: la proposta di Paolo Fede per la Velletri del futuro con Greci


Fede: "Chi mi conosce sa la serietà e la professionalità che ci metto in ogni impegno che prendo. E se decido di fare una cosa è perché la voglio fare bene, e non tanto per farla. Voglio essere il punto di riferimento per i cittadini al Comune".

Paolo Fede, tra i tanti temi su cui si sta sviluppando la campagna elettorale c’è quello della viabilità. Una questione spinosa per Velletri, quali sono le soluzioni che avete studiato nel programma della coalizione che sostiene Giorgio Greci? 

Sicuramente quello della viabilità è un tema molto sentito. Non bisogna andare fino a Roma per vivere una forma di disagio stradale: Velletri è tempestata di problemi di viabilità, provocati da una scarsa manutenzione preventiva del manto stradale e da una non corretta e pronta modifica della viabilità urbana nei (tanti) casi di disagio accaduti recentemente (basti ricordare il tratto dell’Appia davanti alla stazione, vie della Mura, Via Marandola ed in ultimo Viale Oberdan/Viale Salvo D’Acquisto). Come in tutti i temi, anche in quello stradale occorre una programmazione: è risaputo che il periodo di pioggia principale va da novembre ad aprile, per cui nei mesi in cui questa non è prevista (a meno di eventi eccezionali, ovviamente) occorre riqualificare il manto stradale usando asfalto di un certo livello, e non uno scadente che alla prima pioggia viene portato via. Migliorare e rafforzare i rapporti con l’ANAS è anche importante, perché ci sono molte zone di Velletri in cui vivono centinaia di famiglie che giornalmente hanno disagi nell’entrare ed uscire dalle proprie strade con accesso su via Appia, a causa dei tratti di competenza ANAS. Zone dimenticate dal Comune, con la scusante che il tratto è di competenza dell’ANAS. 

Il problema del traffico ha spesso le sue radici nella conformazione geografica di Velletri, che è una città che offre un numero limitato di parcheggi in confronto alle automobili che circolano. Avete individuato delle aree dove realizzare nuovi parcheggi o sono in cantiere lavori di potenziamento e regolamento della turnazione di quelli già esistenti? 

Sul programma elettorale del nostro candidato Sindaco, dottor Giorgio Greci, parliamo di 3 zone individuate per potenziare il piano parcheggi della nostra città: zona “ospedale Colombo-Villa Ginnetti”, “via Pia” e “piazza Donatori del sangue”, andando ad inserire giustamente tariffe agevolate per i residenti. Parcheggiare non deve essere una limitazione nell’uscire di casa. 


Il vostro candidato Greci sta facendo numerosi video in cui porta all’attenzione dei fruitori del web alcuni luoghi della città dove c’è totale assenza di decoro urbano. Quanto ascrive questi episodi di incuria agli incivili e quanto alla mancanza dell’amministrazione comunale? 

Questo è un tema che a me sta particolarmente a cuore. Mi è capitato tantissime volte di portare le mie bimbe nei vari parchi comunali, col terrore che si potessero tagliare con pezzi di vetro a terra, o farsi male con panchine e giochi danneggiati da persone incivili. Sono rientrato pochi giorni fa da una vacanza a Londra, e torno ogni volta con un carico di civiltà e di senso civico: migliaia di persone che affollavano i grandissimi parchi della città, e non c’era traccia a terra di alcun residuo. Ogni gioco per bambini era funzionante, le panchine non erano imbrattate con disegni e scritte oscene come succede a Velletri. Forse dovremmo fare tutti un corso di educazione civica ed applicare severe sanzioni a chi rovina il decoro urbano. E l’applicazione di telecamere per la videosorveglianza renderebbe i nostri parchi piu’ sicuri e piu’ puliti. 

Il centro storico di Velletri è considerato uno dei più belli del Lazio e dei Castelli Romani, con i suoi monumenti e i suoi palazzi antichi. Tuttavia spesso si dice che non c’è una vocazione turistica. A suo avviso è impossibile “formare” tale condizione, oppure ci sono dei margini? Se sì, quali? 

Cesare Ottaviano Augusto deve diventare l’ambasciatore di Velletri. La figura del grande Imperatore romano, di famiglia veliterna, deve essere promossa abbinando il suo nome alla nostra città. Quanti turisti da tutto il mondo vanno a Roma? Perché non organizzare per questi anche un tour per i Castelli Romani con degustazioni locali e tappa a Velletri per visitare i monumenti storici e gli importanti palazzi della nostra città, in nome di Cesare Ottaviano Augusto? Dobbiamo far arrivare a Velletri turisti che spendono i loro soldi qui, nei nostri negozi, ristoranti ed altre attività commerciali. Dobbiamo ridare linfa al nostro turismo, che di conseguenza riattiverà il commercio locale. Banalmente, è bastato che 720 allievi Carabinieri fossero “ospitati” nella caserma di via Salvo D’Acquisto per un corso, che improvvisamente bar, ristoranti, negozi di merceria e lavanderie fossero pieni di gente. Questo deve diventare la normalità per Velletri. 

A meno di un mese dalle elezioni lo scenario per ora dice che sono sette i candidati a Sindaco: secondo lei questo porterà ad una frammentazione oppure favorirà l’affluenza al voto dei cittadini? 

 Oltre a 7 candidati a Sindaco, non dimentichiamoci che saranno 600 i candidati al Consiglio Comunale, un record per Velletri! Le quote rosa hanno di certo contribuito ad arrivare a questo numero. Ciò significa anche che le persone si vogliono mettere in gioco, e questo è un aspetto sicuramente positivo per la nostra città. Ma la politica va vissuta, non si improvvisa. E’ una cosa seria e non un gioco solo per portare voti ad altri candidati due mesi prima delle elezioni, dopo un profondo letargo. Noi siamo partiti da lontano: eravamo in “quattro gatti” quando ormai tanto tempo fa abbiamo cominciato a mettere giu’ idee per creare un programma valido e credibile. Queste idee le abbiamo chieste alla popolazione di Velletri, entrando nelle case della gente, scendendo in piazza con gazebi e facendo una lunga “campagna di ascolto” con i cittadini. Oggi la nostra lista, “Con voi per Velletri” è una delle 9 che forma la coalizione di Giorgio Greci. Anzi, “Con voi per Velletri” è LA lista di Giorgio Greci, quella che abbiamo coltivato nel tempo come si fa con un figlio. Dare un voto alla nostra lista significa alimentare l’orgoglio per quello che siamo riusciti a fare, partendo da radici lontane ed arrivando fino ad oggi.

Se dovesse fare un appello, in dieci righe e attenendosi ai temi trattati, ai cittadini per chiedere il voto per Paolo Fede, che cosa direbbe? 

Chi mi conosce sa la serietà e la professionalità che ci metto in ogni impegno che prendo. E se decido di fare una cosa è perché la voglio fare bene, e non tanto per farla. Voglio essere il punto di riferimento per i cittadini al Comune. Le persone devono vedere in me una persona affidabile e concreta con i fatti, e non con le parole. Per questo nella mia coalizione vi invito anche a votare per Simona Zani, architetto di Velletri e persona altrettanto seria ed affidabile. Anche lei ha scelto di metterci la faccia, ed io garantisco per lei. Il 10 giugno 2018, fai la scelta giusta: Sbarra il nome di Giorgio Greci sindaco. Sbarra il simbolo “Con voi per Velletri” e scrivi FEDE – ZANI. 

Messaggio elettorale a pagamento.
Committente: Paolo Fede