menù

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri con iscrizione n°13/2013



           



venerdì 27 marzo 2020

Polizia Locale al lavoro a Velletri per l'emergenza covid-19: 660 controlli a persone, 35 ad attività commerciali


FOTO GENERICA DI REPERTORIO
In atto, a Velletri, numerosi controlli per la verifica del rispetto dei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) che si sono succeduti per fronteggiare l'emergenza da COVID-19.

Nel periodo che va dal 14/03/2020 al 25/03/2020: sono stati eseguiti 35 controlli ad attività commerciali, dai quali è scaturito l'accertamento di 2 violazioni a carico di 2 medie strutture di vendita non alimentare, per il mancato rispetto del divieto di apertura nella giornata prefestiva; 660 le persone "controllate" per la verifica di regolarità delle autocertificazioni, e dai controlli sono scaturite 12 violazioni, rispettivamente 11 a carico di persone a bordo di autoveicoli ed 1 a carico di un pedone. Alla luce del D.L. 25 marzo 2020 n. 19, entrato in vigore oggi 26 marzo, le violazioni accertate (che in precedenza al Decreto erano di carattere penale, era prevista per i trasgressori la violazione dell'art. 650 del c.p.) sono di carattere amministrativo (anche quelle accertate ante Decreto), salvo che il fatto costituisca reato. Infatti il mancato rispetto delle misure di contenimento individuate con i provvedimenti adottati, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 400 a € 3.000. Se il mancato rispetto delle misure avviene mediante l'utilizzo di un veicolo, le sanzioni sono aumentate fino ad un terzo. Qualora si tratti di attività commerciali, si applica altresì la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni.