menù



           



martedì 17 settembre 2019

Velletri piange la morte di Giuliano Aureli, scomparso questa mattina

Si è spento questa mattina, a Velletri, il partigiano e presidente ANPI Velletri Giuliano Aureli. Una perdita incommensurabile di una brava persona, capace di ascoltare e raccontare.

Un'instancabile memoria storica, che ogni anno lavorava con entusiasmo nelle scuole e non solo per raccontare la sua esperienza partigiana, iniziata da giovanissimo in quel di Roma. I suoi occhi vivi e lucidi, il suo realismo, le sue critiche sempre nel merito facevano di lui un punto di riferimento per nuove e vecchie generazioni. Giuliano Aureli era un simbolo di Velletri, partecipe e presente in tutte le iniziative, sempre pronto ad accogliere le novità per portare il suo messaggio e per insegnare ad apprendere nella maniera più giusta e corretta la storia, senza travisarla e idealizzarla. Forti, invece, erano le sue idee, veicolate da parole chiare e mai banali in ogni intervento pubblico. Malato da tempo, ha comunque e sempre, come suo costume, combattuto per anni tenendosi sempre in forze e non mancando mai di vivere la quotidianità cittadina. Una grave perdita per la città di Velletri, anche se la sua intelligenza e la sua arguzia non saranno mai dimenticate e le sue parole riecheggeranno a lungo, per sempre, nella mente di chi ha a cuore il bene collettivo. La nostra Redazione si unisce al cordoglio della cittadinanza intera per la scomparsa di Giuliano Aureli (in foto con l'ex Sindaco Servadio, a Roma, per la consegna della medaglia d'oro al valore). La notizia è rimbalzata dall'ANPI fino ai canali ufficiali dell'amministrazione, come la pagina del Sindaco Pocci e del Presidente del Consiglio Comunale Andreozzi.