lunedì 11 giugno 2018

Definitivi: Pocci (35,62%) e Greci (29,78%) si contenderanno al ballottaggio la fascia da Sindaco

Quando non mancano più sezioni da scrutinare, ecco ben definite le percentuali dei due candidati a Sindaco che si contenderanno la fascia di primo cittadino.


Orlando Pocci, del centrosinistra, chiude al 35,5% con oltre 9000 voti. Tiene il Partito Democratico, che in controtendenza con il dato nazionale si attesta al 22,5%. Sorpresa "Velletri e Beni Comuni", la lista civica trainata dall'Assessore uscente Sergio Andreozzi, che arriva al secondo posto in coalizione con più di 1100 voti (4,5%) di cui quasi 400 al titolare della delega ai Beni Comuni. Terzo LeU, con il 4% e l'Assessore uscente Giulia Ciafrei tra le più votate insieme a Giorgio Fiocco e a Roberto Leoni. Chiudono Gente Nuova e Movimento Popolare per Velletri con il 2,5% circa a testa. Giorgio Greci, candidato di parte del centrodestra, chiude al 29,8% circa con più di 7600 preferenze e una grande affermazione di candidati e lista di Fratelli d'Italia (12% circa), seguiti da Lega (4%) e le altre sette liste civiche. Buone performances per Con voi per Velletri (4,2%) e Noi con Velletri, facente capo a Luciano Ciocchetti (3,5%). Terzo Alessandro Priori, con un 11% e poco meno di 3000 voti. La coalizione del legale veliterno vede Forza Italia al 3,6% con Salvatore Ladaga consigliere più votato, ViviAmo Velletri al 4% circa, Patto Popolare al 2,6% con il più votato Gianluca Trivelloni e le altre due liste sotto l'1%. Fuori dal podio, ma con un risultato migliore di cinque anni fa, Paolo Trenta, fratello del Ministro della Difesa: il candidato grillino chiude a 2700 preferenze circa che valgono il 10,3%. Boom di consensi, che non è di certo una sorpresa, per Paolo Felci e la sua coalizione, quinto "classificato" con uno storico 9,4% e 2400 voti circa. Sotto il 2% Augusto Di Lazzaro (Laboratorio Velletri e Laboratorio in Movimento) e Stefano Pennacchi (sinistra) attorno ai 500 voti a testa. Fra le preferenze, i candidati più votati sono in Fratelli d'Italia (D'Agapiti, Ercoli, Quattrocchi, Dal Borgo), mentre il PD si conferma primo partito con Romina Trenta e il giovane segretario dei GD Edoardo Menicocci a contendersi la palma dei più votati. 






Associazioni e Solidarietà