lunedì 28 maggio 2018

Velletri 2030 sull’Economia Circolare progettata per auto-rigenerarsi

L’Economia Circolare, con riferimento alla definizione data dalla Ellen MacArthur Foundation, è un’economia progettata per auto-rigenerarsi, in cui i materiali di origine biologica sono destinati ad essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici devono essere progettati per essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera.


Velletri 2030
L'Economia Circolare è trattata in un Capitolo specifico della pubblicazione Velletri 2030 "Un'idea di futuro sostenibile - Edizione 2017". Il 2 febbraio 2018 sono state presentate le direttive del Pacchetto per l’Economia Circolare dell'Unione Europea. Tali direttive si rivolgono a più aree di intervento, con l’intento di aumentare la competitività globale, incoraggiare lo sviluppo sostenibile e generare nuovi posti di lavoro. Il Pacchetto per l’Economia Circolare consiste di un rafforzamento del Piano d'Azione dell'UE per l'Economia Circolare che già mirava a rivoluzionare l’intero Ciclo di Vita di un prodotto, partendo dall'idea, la progettazione e la scelta dei materiali, arrivando fino alla gestione sostenibile dei prodotti a fine vita e dei rifiuti. Confindustria ha lanciato il Progetto "Economia Circolare, il valore della sostenibilità". Il Contratto per il Governo di cambiamento dedica un intero capitolo ad "Ambiente, Green Economy e Rifiuti Zero" tutto incentrato sul concetto di Economia Circolare. lo scorso 16 Maggio il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) e Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) hanno presentano gli Indicatori “preliminari” e “non esaustivi” da cui partire per la definizione di un modello italiano di misurazione della “circolarità”. E’ disponibile sul sito del Ministero Ambiente in consultazione pubblica il Documento “Economia Circolare ed uso efficiente delle risorse - Indicatori per la misurazione dell'economia circolare” al seguente link http://www.minambiente.it/sites/default/files/archivio_immagini/economia_circolare_ed_uso_efficiente_delle_risorse_-_indicatori_per_la_misurazione_della_circolartita_-_bozza_maggio_2018.pdf Un Documento che fornisce un approccio scientifico al tema dell'Economia Circolare per un futuro sostenibile. La pubblicazione si inserisce nel percorso avviato a Novembre 2017 con la presentazione della strategia “Verso un modello di economia circolare per l’Italia” redatto, congiuntamente da MATTM e da MISE, con l’obiettivo di fornire un inquadramento generale dell’economia circolare, nonché di definire il posizionamento strategico dell'Italia sul tema specifico. Documento già ampiamente trattato da Velletri 2030 in una precedente News. Lo schema di monitoraggio in consultazione, si legge nel documento stesso, è "un punto di partenza, una prima proposta operativa verso la definizione di un modello italiano di misurazione della "circolarità" al quale imprese, organizzazioni, istituzioni e altri soggetti pubblici o privati sono invitati a contribuire per favorire il raggiungimento di un risultato di significativa operatività e applicabilità in Italia". La misurazione della circolarità, sottolinea ancora il Minambiente, rappresenta un "requisito essenziale" per la realizzazione di "azioni concrete" e il raggiungimento di "risultati misurabili", per tendere verso una "maggiore trasparenza per il mercato e per il consumatore". "Che sia un Paese, una Regione, una Città - prosegue il ministero - un prodotto o un servizio, una risorsa materica, idrica o energetica, attraverso strumenti ed indicatori di tipo economico è possibile valutare il loro grado di circolarità. A questi sono affiancati strumenti ed indicatori in grado di misurare la parte fisica dell’economia circolare, cioè i flussi di materia ed energia, relativi al dato sistema economico o prodotto o servizio". Nel documento sono presenti alcuni Indicatori elaborati dal Tavolo di lavoro a partire da una "prima mappatura" di quelli già disponibili a livello internazionale considerando sia gli aspetti tecnici che quelli economici. Si tratta di un elenco preliminare e non esaustivo che potrà essere implementato con "potenziali nuovi indicatori non ancora esistenti ma di cui si è in possesso dei dati di base per la loro costruzione" e da altri di cui non si hanno ancora gli elementi necessari per un’eventuale rilevazione. Sembra scritto da Velletri 2030. Ancora una testimonianza della validità del concetto di misura e di Indicatori per la misura, tanto cara a Velletri 2030. Adesso che il concetto di Economia Circolare sta entrando nel futuro di molti, soprattutto delle nuove generazioni, Velletri 2030 spera che congiuntamente entri nel futuro delle nuove generazioni anche il concetto di misura e di Indicatori per la misura. Un concetto tanto caro al genio italico Galileo Galilei e che a fatica sta entrando anche nell'Agenda politica di coloro che si candidano a traghettarci verso un futuro sostenibile.
Associazioni e Solidarietà