lunedì 21 maggio 2018

Serie A2, lo scontro per la vetta va ad Ancona: F&D H2O battuta (12-5)

Lo scontro per la vetta se lo aggiudica la Vela Ancona, che sfrutta al meglio il migliore stato di forma e il fattore campo sconfiggendo 12-5 l’F&D H2O di mister Danilo Di Zazzo.

di Rocco Della Corte
Si trattava di decidere primo e secondo posto e, salvo stravolgimenti o risultati clamorosi nell’ultimo turno, saranno le marchigiane a chiudere in testa al girone Sud della Serie A2. Un vero peccato, anche perché la squadra di Velletri ha guardato tutti dall’alto per gran parte della stagione, e avrebbe meritato di chiudere al primo posto. Ciò, comunque, non pregiudica l’accesso alla Serie A1 anche se il team veliterno dovrà disputare la semifinale play off. Gara ampiamente dominata nei primi due parziali dalla Vela Ancona, che scende in vasca più decisa e mette il match in discesa con il 4-2 del primo tempo (reti ospiti di Turchi e Mordacchini) e il 5-1 del secondo (marcatura di Pustynnikova per Velletri). L’F&D H2O ha un sussulto di orgoglio nel terzo parziale, quando accorcia chiudendo sul 2-0 e si porta a quattro reti di distanza dalle padrone di casa. È la svolta della partita: dopo la doppietta di Pustynnikova, sul 5-9, la compagine del tecnico Di Zazzo prova la disperata rimonta, che però sortisce l’effetto contrario. La Vela, infatti, con De Matteis (doppietta) e Pomeri arrotonda il vantaggio chiudendo sul 12-5. Seconda sconfitta in campionato, con il rammarico per aver perso la vetta dopo un cammino perfetto fatto di quindici vittorie in diciassette gare. Se il secondo posto è blindato, servirà un miracolo per tornare in vetta: domenica prossima, per l’ultimo turno, l’F&D H2O infatti ospita un Pescara che ha vinto oggi la sua prima partita. L’Ancona, invece, farà visita all’Agepi e sulla carta può vincere agevolmente mantenendo il punto di vantaggio sulla squadra del presidente Perillo. A fine partita l’allenatore Danilo Di Zazzo ha così commentato la prestazione delle sue: “Partita persa meritatamente, l’Ancona è una squadra forte e lo ha dimostrato. Noi potevamo fare qualcosa in più soprattutto sul risultato di 5-9, abbiamo avuto la possibilità di accorciare e rientrare in gara sprecando delle occasioni soprattutto sull’uomo in più. Non cerchiamo alibi, bisogna accettare questa sconfitta e ripartire perché abbiamo ancora tanto da fare”. Appuntamento domenica alle ore 15.00 alla “Piscina Tortuga” per l’ultima della regular season, poi spazio ai play off dove le veliterne sono chiamate a dare tutto e qualcosa in più per conquistare la massima serie. 


VELA ANCONA – F&D H2O 12 -5 (4-2, 5-1, 0-2, 3-0) 

VELA ANCONA: Borghetti, Strappato, Pomeri (1), Santandrea, Ferretti (5), Di Martino, Ciampichetti (1), Stevelli, De Matteis (3), Altamura (4), Quattreini, Andreoni. Allenatore: Di Pace. 

F&D H2O DOMUS PINSA: Minopoli, Tomassini, Pustynnikova (3), De Marchis, Zenobi, Rosini, Antonacci, Piscopo, Passaretta, Clementi, Turchi (1), Bagaglini, Mordacchini (1). Allenatore: Di Zazzo. 

Arbitro: Anaclerio