mercoledì 23 maggio 2018

Il circolo artistico “La Pallade Veliterna” ricorda il Maestro Mario Spigariol

Lo scorso 9 Maggio a Cisterna dove abitava ci ha lasciato il maestro Mario Spigariol si tratta di un amico che ha scritto una pagina determinante della storia del Circolo Artistico “La Pallade Veliterna”.

di Alessandro Filippi
Fin dalla fondazione nel 1985 per opera di Gustavo Gualtieri ha sempre preso parte alle iniziative promosse dalla nostra associazione. Come non ricordare le innumerevoli edizioni del Premio di Pittura La Scaletta a Via Furio dove con l’amico di sempre Patrizio Veronese ha portato il suo contribuito attraverso la sua arte. Chi scrive era il ragazzotto addetto alla manovalanza, sono come ha detto Carla Catullo figlio di Via Furio li abbiamo vissuto giorni di allegria e di amicizia come non parlare di Tullio Cipollari – Aldo Cupellaro – Mario Riccio – Giancarlo Mezzo giusto per ricordarne alcuni. Tutti appassionati artisti che al di là del premio stavano insieme per confrontarsi e crescere. Dopo la morte di Gualtieri nel 1996 si è andati avanti sotto la guida di Tonino Calcagni e dal 2012 il testimone è passato a me. Come ricominciammo con il Premio “ La Scaletta” al quale è stato unito il Premio Pallade Veliterna, Mario con entusiasmo a ripreso a partecipare vincendo pure. Quando è iniziata l’avventura del Polo Espositivo “Juana Romani” ci ha creduto fin dall’inizio lasciando sei sue opere in concessione permanente, quelle stesse che da Sabato 26 Maggio sarà possibile ammirare esposte nell’atrio della struttura accanto a due di Patrizio Veronese. Un omaggio della nostra associazione ad un amico sempre in prima linea per valorizzare l’arte. Grazie a lui e a Patrizio Veronese abbiamo conosciuto la Società delle Belle Arti di Verona che dall’inizio collabora attivamente al nostro progetto con una sala permanente. In occasione del trentennale del Circolo nel 2015 lo abbiamo premiato con il Premio Internazionale Pallade Veliterna alla carriera riconoscimento che poté ritirare personalmente forse è stata quella la sua ultima uscita pubblica, sempre in quell’anno in occasione del Premio di pittura La Scaletta abbiamo voluto organizzargli una personale. E’ stata quella la sua ultima mostra, una festa per la sua carriera anche se ben sapevamo che sarebbe stato il suo addio al mondo dell’arte.

A festeggiarlo tutti gli amici del gruppo artistico “ La Mimosa” di cui era direttore artistico. La Mimosa è stata una delle sue passioni, con la gloriosa associazione cisternese ha organizzato numerosi gemellaggi artistici in Italia e all’estero Russia e Polonia. Ora Mario non lo avremo più con noi fisicamente ma certamente attraverso le sue opere in special modo i suoi volti ritratti della figlia Vanessa ci parlerà ancora. Alla signora Maria Rita il nostro abbraccio e tutta la nostra vicinanza. Agli amici della Mimosa la nostra partecipazione. Invitiamo tutti Sabato 26 Maggio per un ricordo di Mario che faremo in occasione dell’inaugurazione della personale di Annalisa Denti vincitrice del concorso per l’opera simbolo della Festa dell’Uva e del Vino 2017.
Associazioni e Solidarietà