menù



           

sabato 28 aprile 2018

Intensa seduta di Consiglio Comunale a Lariano, il resoconto dell'assise

Intensa seduta consiliare a Lariano quella di Giovedì scorso. Il primo punto all’ordine del giorno riguardava la richiesta da parte dei gruppi di opposizione di una commissione speciale d’inchiesta inerente la sentenza del tribunale di Velletri n°175 del 2015. 


di Alessandro De Angelis
Ricordiamo che nella scorsa seduta del consiglio si era riconosciuto il debito fuori bilancio di circa 686.000 relativo a tale sentenza che è esecutiva di primo grado. Per far luce sulla complessa questione che trae origini nel lontano 1974 e poi ha avuto vari sviluppi nel corso degli anni, i gruppi di opposizione hanno chiesto l’istituzione della commissione speciale d’inchiesta durante i vari interventi che si sono susseguiti in consiglio per accertare eventuali responsabilità. La posizione della maggioranza Prima Lariano è stata quella di bocciare la richiesta della commissione d’inchiesta, sottolineando sia nell’intervento del sindaco Maurizio Caliciotti che degli assessori Fabrizio Ferrante Carrante e Maurizio Mattacchioni che c’è un iter processuale in corso con l’appello della sentenza di primo grado previsto per dicembre, e soprattutto “che- ha dichiarato il sindaco Caliciotti- a tutela della comunità e per la massima trasparenza la delibera che riconosce il debito già il 9 Aprile è stata inviata alla Corte dei Conti che farà tutti gli accertamenti del caso” “Noi abbiamo dovuto prendere atto-ha sottolineato il sindaco Maurizio Caliciotti- di un debito statuito da una sentenza esecutiva. Ed è sentenza esecutiva perché la precedente amministrazione non si è costituita in quel giudizio, il Comune è stato condannato contumace. Non parliamo di un singolo evento o singola opera se è stata realizzata o meno. C’è stata soltanto una perizia su un tabulato che è regolarmente agli atti di una delibera con la quale noi abbiamo revocato la validità di quel tabulato ed è stato riproposto scrivendo rigo per rigo tutto quello che era stato pagato quello che non era dovuto e allegato all’appello. Se responsabilità ci sono e sicuramente ci sono, sono da parte di chi non ha costituito l’ente in quel giudizio, in chi eventualmente avrebbe dovuto dire che c’erano delle somme da pagare al professionista e invece ha detto che non era dovuto nulla. Stiamo lavorando per far sì che venga riformata la sentenza in appello”. La richiesta della commissione ha avuto i voti a favore dei consiglieri dei gruppi di minoranza (cinque) e il voto a favore dell’assessore Ilaria Neri che aveva espresso nell’intervento la necessità per far chiarezza di e istituire una commissione conoscitiva. Il secondo punto prevedeva la variazione della cartografia catastale del territorio amministrativo tra i comuni di Velletri e Lariano. Il sindaco Maurizio Caliciotti nell’intervento ha espresso soddisfazione per aver il Catasto Terreni del Comune di Lariano.” Questa è una delibera che fa giustizia. Finalmente ora abbiamo un Catasto Terreni del Comune di Lariano andando a colmare un vuoto che esisteva dal 1967. Rivendico a nome di questa amministrazione questo importante risultato. C’è stato un grande lavoro insieme all’assessore al patrimonio Fabrizio Ferrante. Un grazie anche all’apporto dato da Piero Valeri assessore nel precedente mandato su questa tematica e alla sinergia e al lavoro degli uffici. E’ merito di questo consiglio comunale che ora abbiamo anche un’autonomia patrimoniale”. Punto votato all’unanimità. Durante la discussione di tale punto il sindaco Caliciotti ha confermato che è stato premiato il progetto presentato dal Comune di Lariano per la costruzione di un Polo per l’infanzia innovativo dedicato ai bambini di età 0-6 anni.“ La nostra manifestazione di interesse- ha affermato il primo cittadino di Lariano- è stata ritenuta ammissibile dalla Commissione di valutazione e si è piazzata al secondo posto in graduatoria nel territorio regionale. È risultata prima, invece, per le risorse messe a disposizione per la realizzazione dell’opera con un importo finanziabile di 8.775.000 euro su un totale di 14.500.000 euro di fondi assegnati dal MIUR alla Regione Lazio. Polo dell’infanzia che sorgerà all’interno di un terreno in via Urbano iV. Gli uffici già stanno lavorando per dar avvio alla procedura”. Voto all’unanimità anche per il regolamento comunale per l’accesso civico e accesso generalizzato. E’ stato ritirato il punto quattro all’ordine del giorno per un esame più approfondito. In materia urbanistica con l’abolizione ambito unitario intervento n 9 unitario d’intervento all’interno della zona c del P.r. g vigente di cui alla delibera n 3 del 24-02-2011 di consiglio comunale, atto d’indirizzo per individuazione ambiti d’intervento omogeneo nella zonizzazione c del Prg. L’ asssessore all’urbanistica Claudio Crocetta ha esplicitato il punto. Le opposizioni hanno abbandonato l’aula al momento della discussione e votazione. Punto votato dalla maggioranza Prima Lariano. Nell’ultimo punto la mozione del consigliere di opposizione Sabrina Verri che chiedeva una rimodulazione della compartecipazione al servizio di mensa scolastica chiedendo di rivedere le fasce attualmente vigenti per venire incontro alle famiglie in difficoltà e famiglie con studenti disabili e nella proposta di ordine del giorno dei membri di opposizione nello specifico è stato chiesto di rivedere le tariffe della mensa inserendo l’esonero degli studenti disabili. L’assessore alla pubblica istruzione Maurizio Mattacchioni nel suo intervento ha ripercorso tutto l’iter e le vicende che hanno riguardato le tariffe per la mensa mettendo in evidenza che “Questa amministrazione ha rimodulato le tariffe sempre vedendo incontro alle esigenze delle famiglie in difficoltà. Il bilancio è stato approvato, è però nostro impegno verificare in vista del prossimo anno scolastico la possibilità di rivedere le tariffe della mensa in base anche agli incassi e alle spese”. Sono stati messi in votazione due ordini del giorno, quello della minoranza che è stato bocciato(sei voti a favore tra cui cinque dei membri di opposizione e il voto dell’assessore Ilaria Neri, e dieci voti contrari della maggioranza) e approvato (con i voti dell’intera maggioranza) quello della maggioranza Prima Lariano col quale” la maggioranza si impegna a rivedere il regolamento dei servizi sociali per le tariffe mensa onde evitare discriminazioni per le fasce sociali più deboli con particolare riguardo ai diversamente abili” .
Associazioni e Solidarietà