menù



           

lunedì 23 aprile 2018

Il Lions Club Velletri Host Colli Albani, conclude le premiazioni del Concorso Artistico “Un Poster della pace”


L’iniziativa, magistralmente condotta dall’Officer Carla Lombardozzi, ha ottenuto un successo fantastico.

Hanno partecipato gli istituti scolastici: Aurelio Mariani di Velletri, Giuseppe Garibaldi di Genzano, Roberto Pezzi di Albano e Marianna Dionigi di Lanuvio. I ragazzi sono stati molto bravi e si sono confrontati con il sentimento della pace, cercando di rappresentarlo attraverso la creatività artistica. Gli studenti che hanno partecipato al concorso sono stati centinaia e, ben 12 per ogni istituto hanno avuto riconoscimenti di merito. Due ragazze sono state anche insignite di una menzione speciale a livello distrettuale. Le premiazioni sono state entusiasmanti, i giovani, uniti ai loro insegnanti e dirigenti scolastici, hanno dato prova di coinvolgimento e sensibilità. In diverse sedi d’istruzione sono intervenute le autorità comunali e i dirigenti del Club Lions. Ogni scuola ha voluto personalizzare la cerimonia di premiazione. Bene ha fatto il Sindaco Lorenzon di Genzano a evidenziare l’impegno dell’amministrazione comunale a favore della pace. I giovani, della Roberto Pezzi, hanno offerto piacevole lettura di frasi appositamente coniate per valorizzare l’idea della pace. Il clou è stato raggiunto dalla Dionigi di Lanuvio, la quale ha accolto le autorità con un brano musicale, continuando con un balletto artistico e concludendo con un pezzo di pregevole qualità, interpretato dalla formazione corale. Il sentimento di pace è stato affrontato e “sviscerato” in modo completo, confrontandolo con il mostro della guerra. Ovviamente è venuto spontaneo ripercorrere il periodo bellico e le distruzioni che ha portato alle popolazioni dei Castelli Romani. I ragazzi sono stati invitati dal presidente Gasbarri a diventare “Eroi di Pace” e non di guerra, anche se la pace non fa rumore, non sbatte, non tuona, non scuote bandiere al vento, infatti la pace è silenzio, è musica e armonia per le genti. Commovente è risultato il momento, quando Sandro Gasbarri ha chiesto ai ragazzi di chiudere gli occhi e immaginare milioni di piccole mani dalla pelle bianca, gialla, bruna, rosata, olivastra e nera, dei giovani di oltre 80 nazioni del mondo che hanno partecipato al concorso, senza distinzione di razza, colore e religione, pronte a stringere le matite colorate per disegnare il proprio futuro, un futuro di pace e rispetto. Se per i ragazzi è stato il coronamento di un’attività artistica e di crescita morale, per gli insegnanti l’attività si è evidenziata come un lavoro ben fatto, basato sulla professionalità e lo sviluppo culturale. Per il Lions Club Velletri Host Colli Albani, che ha svolto il lavoro con dedizione, il risultato è triplice: la trasposizione di valori importanti verso le nuove generazioni, la testimonianza dell’impegno sociale e la costruzione di un modello positivo per il futuro dei popoli del mondo.


Associazioni e Solidarietà