menù



           

venerdì 20 aprile 2018

Giorgio Greci sull'Ospedale: "Basta coi tagli! Ora anche Cardiologia è a rischio chiusura"


Piove sul bagnato all'interno dell'Ospedale di Velletri, dove alla cronica assenza di personale, con un carenza nell'organico sempre più drammatica, si stanno sommando le criticità riscontrate nel reparto di Cardiologia, all'interno del quale le disavventure capitate a ben tre medici, due dei quali non saranno a disposizione per almeno un paio di mesi, stanno mettendo in serio rischio il futuro dell'intero reparto.

Chi, da medico, conosce bene i sacrifici portati avanti da chi in quell'ospedale lavora tutti i giorni è il dottor Giorgio Greci, candidato sindaco alle Comunali del 10 giugno a capo del progetto di "Con Voi per Velletri". "Già sino ad ora - ha commentato Greci - la copertura dei turni nel reparto di Cardiologia era garantita dalla disponibilità dei medici in forza all'ospedale di Anzio e grazie agli straordinari del personale disponibile. Fa riflettere il fatto che in questi giorni vi siano appena 3 medici disponibili, specchio fedele della trascuratezza con la quale chi ci ha amministrato ha affrontato tutto quanto riguardava il nostro Ospedale. Sono umanamente vicino a chi ogni giorno si spende a tutela della salute della comunità e mi rammarica, non poco, che il nostro presidio ospedaliero si ritrovi in questo stato comatoso. Capisco bene, allora, il grido di dolore del dottor Renato Anastasi, direttore dell'U.O.C. Cardiologia e Utic, che si è detto pronto a sospendere i ricoveri a partire dal 23 aprile, qualora non ci sia una svolta, che potrà esserci solo con un immediato aumento del personale. Tutta la mia attenzione sarà orientata alla difesa, tutela e valorizzazione del nostro civico ospedale, mediante un rafforzamento dell'organico e l'arrivo di nuovi macchinari. Velletri non può e non deve - ha concluso Greci - fare a meno del suo storico ospedale, già fiaccato da anni e anni di inusitati tagli".


Comunicato stampa
Associazioni e Solidarietà