menù



           

venerdì 23 febbraio 2018

IX Memorial "Vittorio Recine": nona edizione all'insegna di calcio e fair play nel nome di Vittorio

Nove anni senza Vittorio Recine, un tempo infinito da quel giorno maledetto che strappò il giovane veliterno dai suoi affetti e dalla vita che si trovava davanti. 

di Rocco Della Corte


Anche per il 2018, il modo migliore per ricordare Vittorio - scomparso a seguito di un incidente stradale - è stato quello di far giocare a calcio i bambini. Proprio quello sport che Recine aveva amato disputando vari campionati per diverse stagioni ha contraddistinto il Memorial organizzato nel centro sportivo a lui intitolato, in collaborazione tra la famiglia Recine e la Vjs Velletri. A partecipare sono state la AS Roma, la Polisportiva Carso, la Fortitudo Academy e i rossoneri della Vjs. Nonostante la pioggia i ragazzi hanno dato vita a gare avvincenti. Primo match (quadrangolare allietato dal commento dello speaker Giampaolo Saragoni) che ha visto giocare la Roma e la Vjs Velletri, con una netta prevalenza dei giallorossi. Bene anche la Polisportiva Carso, che ha battuto la Fortitudo e la Vjs e ha tenuto testa alla Roma, uscita alla fine vincitrice di tre gare su tre. Il derby cittadino tra Vjs e Fortitudo Academy è andato alla compagine rossonera, dopo una partita molto combattuta e ben giocata da tutte e due le squadre. I risultati, però, importano poco: in tanti si sono ritrovati per ricordare Vittorio, il suo sorriso, le sue passioni e il suo modo di fare gentile che faceva di lui un ragazzo amato da tutti. Il Memorial non è stata quindi una commemorazione passiva, bensì un vivo momento all'insegna della felicità e della gioia di vivere che lo stesso Vittorio mostrava in ogni occasione. Tante emozioni alla premiazione, con le tribune gremite e un bel rinfresco (tutte le squadre hanno ricevuto una coppa e una targhetta), e un'edizione riuscita - come le precedenti - per una tradizione che si rinnova nel nome di Vittorio, grazie all'amore e all'impegno, immutati, di papà Aldo e di tutti i familiari. 

Si ringrazia il collaboratore Angelo Sgueglia per le foto.















Associazioni e Solidarietà