mercoledì 28 febbraio 2018

Ha ucciso le due figlie e si è tolto la vita: finisce con un tragico epilogo la storia del carabiniere di Velletri

Finisce nel peggiore dei modi, purtroppo, il tragico episodio di cronaca che ha visto protagonista un carabiniere in servizio Velletri, dalle prime ore di stamane, in un'abitazione a Collina dei Pini. Dopo aver sparato alla moglie ed essersi barricato in casa, avrebbe ucciso le due figlie di 14 e 8 anni e poi si sarebbe tolto la vita.


Una fine che nessuno avrebbe voluto leggere, l'epilogo più tragico e il più inaccettabile. L'uomo, 44 anni, carabiniere residente a Velletri, dopo aver ferito la moglie, ricoverata d'urgenza da questa mattina al San Camillo, si è tolto la vita nella casa di Collina dei Pini, lungo la via Appia tra Velletri e Cisterna in territorio pontino. Ma il gesto suicida è stato preceduto dall'uccisione delle due figlie, vittime innocenti, di 14 e di 8 anni. Strage assurda quella che si è materializzata, quindi, nella speranza che la moglie dell'uomo - ancora in condizioni gravi per i tre colpi di pistola - riesca a sopravvivere. Inutili le negoziazioni tentate dalle forze dell'ordine, tanta gente sotto al palazzo nella speranza che i carabinieri riuscissero a trasformare questa vicenda in una storia a lieto fine, almeno parzialmente. Si era temuto il peggio sin dalla tarda mattinata, come dichiarato dai carabinieri a Chi l'ha visto, le bambine non si sentivano e non sono serviti i tentativi di contrattazione. Pochi minuti fa la triste scoperta, il bilancio di tre morti, di cui due minori, e una donna ferita gravemente è davvero tragico.

FOTO: FONTE RAI NEWS