menù



           

lunedì 5 febbraio 2018

Alessandro Priori: "Mi candido a Sindaco di Velletri, lavoriamo ad un progetto per il bene della città"

Conferenza stampa molto partecipata quella che si è svolta all'Antica Hostaria di via della Caranella nel pomeriggio di lunedì. Il consigliere comunale e metropolitano, Alessandro Priori, ha ufficializzato la sua candidatura a Sindaco.

Il nome del giovane avvocato veliterno circolava con insistenza già da diversi mesi, ma Priori ha convocato una conferenza dove cittadini, sostenitori e giornalisti hanno potuto ascoltare direttamente dalle sue parole le "Priori...tà" per Velletri, per citare il titolo dell'incontro. Dopo aver ringraziato i tanti intervenuti, Priori ha dichiarato subito la natura civica del suo progetto: "Ci ispiriamo al civismo per aggregare le persone che abbiano voglia di dare un contributo, abbiamo guardato con attenzione allo scenario politico locale e nel frattempo non ci siamo fermati, lavorando ad un progetto che dovrà portare ad un programma condiviso e che fissi le priorità per Velletri". L'avvocato veliterno, che ha scelto non a caso l'Antica Hosteria quale location per la presentazione, ha delineato quelle che sono le intenzioni del gruppo che lo sostiene e delle liste a supporto della sua candidatura a Sindaco: "Per prima cosa, in merito alle questioni di attualità, dico subito che la nostra posizione sul biogas è chiara: siamo assolutamente contrari ad ogni tipo di impianto, lo abbiamo sempre detto e lo ribadiamo. Velletri è una città a vocazione agricola, e dobbiamo rispettare questa vocazione rispettando gli agricoltori e la nostra terra. In molti di voi - ha aggiunto il candidato, toccando un altro tasto importante  - avranno visto poi le attività a supporto dell'Ospedale, altra questione che mi sta molto a cuore. La sanità è fondamentale, la salvaguardia del "Paolo Colombo" è un punto fermo del nostro programma. Le oltre mille firme per una nuova TAC dimostrano la sensibilità dei veliterni di fronte al tema. Ma dobbiamo intervenire anche sul commercio, che va rilanciato, e non certo con parcheggi multipiano e centri commerciali, ma con aree da destinare alla sosta delle auto abbinate a servizi di trasporto, come le navette, che facilitino l'accesso al centro storico".
"Non mi dilungo - ha detto Priori - perché il programma lo completeremo insieme, intanto rispondo ad una domanda che in molti mi hanno fatto, da vari giorni, e lo faccio con una certa emozione. Mi candido a Sindaco di Velletri? La risposta è sì". Tra gli applausi finali e le strette di mano, il giovane avvocato veliterno ha dunque reso ufficiale il suo nome per la corsa alle Amministrative del maggio 2018. Una coalizione, quella a supporto di Priori, che oltre ad avere molto seguito in diversi ambiti della società civile, sta riscuotendo il vivo interesse di Patto Popolare Velletri, altro movimento politico attivo da tempo sul territorio, e che si propone di non alzare steccati per l'interesse della collettività aprendo dunque anche ad altre realtà. Dopo Orlando Pocci, Giorgio Greci, e Paolo Felci ecco quindi il quarto nome che concorrerà per la carica di Sindaco. Nei prossimi giorni potrebbero dirimersi anche altre situazioni, ma lo scenario che si va componendo pian piano si chiarisce e, salvo sorprese, si attende solo di conoscere il nome del Movimento Cinque Stelle, quello di Liberi e Uguali (ancora non è noto se si seguirà o meno il "modello Lazio" anche a Velletri) ed altri eventuali movimenti civici che potrebbero essere della partita. 
Associazioni e Solidarietà