Sponsor



Messaggi elettorali a pagamento - Regionali & Politiche 2018

giovedì 14 dicembre 2017

Quando il Natale chiama, Catena Fiorello arriva...alla Mondadori di Velletri

La Libreria Mondadori Bookstore Velletri-Lariano non perde un colpo: anche questa volta, infatti, la realtà culturale veliterna è riuscita stupire tutti con una proposta innovativa e coinvolgente, grazie alla bravura dell’ospite Catena Fiorello, scrittrice, autrice e conduttrice televisiva, trascinante nella sua performance. 

di Sara Scifoni




VELLETRI - Sono state slitte, renne a grandezza naturale, addobbi, ma soprattutto Babbo Natale e la Befana, ad accogliere il pubblico creando una piacevole atmosfera di magia. Tutto rimandava al Natale. Ma non era un caso che Babbo e la Befana fossero presenti, perché proprio loro sono i protagonisti di Un amore fra le stelle, il libro di Catena Fiorello, edito da Baldini & Castoldi. La scrittrice, arrivando con una diretta in corso sul social Facebook, accompagnata da Angela Baldassini, ha subito travolto i presenti con la sua spigliata simpatia. Prima di iniziare la presentazione del suo libro, ha risposto alle domande della platea, sempre con un'impeccabile carisma, arrivando a parlare della famiglia Fiorello, di umili origini e di come il suo celebre cognome non l'abbia affatto aiutata con la sua carriera di scrittrice. A tal proposito ha affermato: «Funziona così: alcuni sono molto prevenuti. Siccome porto il cognome “Fiorello” non dovrei saper scrivere bene. Se non fossi in grado di scrivere però, dopo quindici anni di pubblicazioni, mi avrebbero 'mandato a casa'. Molti, invece, si avvicinano a causa del mio cognome. Però, la cosa bella è che si ricredono e poi gli piacciono veramente i miei libri.
Ne sono felice perché vuol dire che i miei libri parlano al posto mio, e quindi non ho bisogno di rispondere alle critiche. Se proprio si devono fare critiche, queste dovrebbero esser fatte dopo aver letto qualcosa della sottoscritta». Catena Fiorello ha poi iniziato a parlare di Un amore fra le stelle, facendo partecipare, oltre al pubblico, anche i protagonisti della storia, Babbo Natale e Befana. Il re e la regina delle feste, infatti, nel libro si innamorano dopo un astio iniziale. Ma quella narrata non è una banale storia d'amore: è una riflessione sulla solitudine scelta dai protagonisti, fino a poco prima dell'incontro tra i due. Proprio la combinazione di elementi di fantasia e argomenti di riflessione sui rapporti umani sono la particolarità di Un amore fra le stelle: il volume è infatti una fiaba per tutti, rivolta sia ai bambini che agli adulti. Esattamente come nel Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, le chiavi di lettura sono molteplici e dipendono esclusivamente dal lettore e dal suo vissuto. Quello della Fiorello è, dunque, un testo cangiante paragonabile ad una scatola da riempire, il contenuto è determinato dal lettore. L'autrice, svelando i retroscena della stesura, ha raccontato di come la ricerca di un linguaggio universale, adatto sia ai più piccoli che ai più grandi, sia stata molto difficoltosa ed ha affermato: «Questo libro è stato un rischio perché le persone sono abituate ai miei romanzi. È la prima volta che scrivo una fiaba, ma soprattutto che cerco di rivolgermi a tutte le età. Chi riesce a farlo ha già fatto un miracolo. È veramente complicato, e infatti ho impiegato molti mesi a scriverlo».
L'incontro si è concluso con Babbo Natale e la Befana, a cui si è aggiunta Catena, in un allegro ballo sulle note di “Mi innamoro di te” e di “Se m'innamoro” dei Ricchi e Poveri, brani suggeriti dalla Fiorello per la loro estrema compatibilità con la storia raccontata dal libro. Un finale allegro e coinvolgente che riassume perfettamente la natura dell'incontro avvenuto alla Mondadori, all'insegna del divertimento e la riflessione, sia su Un amore fra le stelle che su temi d'attualità. Prossimo appuntamento al Teatro Aurora, venerdì 15 dicembre, con Walter Veltroni e il suo ultimo romanzo Quando (ore 18.00 in Piazza San Clemente).