venerdì 24 novembre 2017

Velletri piange un altro suo figlio: l'addio ad Arnaldo Cedroni nelle parole di Luca Leoni

Caro Nando, di melograni, dei quali andavi ghiotto, ce ne sono ancora, troppo pesanti per i loro ramoscelli. Sono parabole vegetali della vita, perché all’interno ogni loro grano color sangue è un atto d’amore verso chi ci accompagna nel viaggio.

di Luca Leoni



Ma quel che colpisce è il peso di quei frutti, che cresce finchè le piogge non li aprono, con crepe sempre più dilatate, fino a trasformarli in strisce contorte di pergamena mummificata. Figlio del monte Artemisio come sei stato e sempre sarai, avevi la forza degli alberi di quercia e di castagno, ma anche delle felci e persino la delicatezza delle violette. Quando potevi, raggiungevi i massi enormi su ai ‘Ferrari’ e, contemplando il panorama fino al mare, diventavi poeta e riflettevi sul futuro della Terra. Di te siamo tutti orgogliosi, perché ci hai rappresentati nella quotidianità cittadina, spesso arbitro indulgente in questioni di viabilità e legalità che richiedono fermezza e cuore allo stesso tempo. Avresti potuto godertela a tuo piacimento, la pensione. E invece l’incidente stradale che fu fatale per il tuo papà ti fece ritornare sui tuoi passi, per essere ‘nonno vigile’, angelo custode dei nostri figli davanti alle loro scuole. Me le ricordo una ad una, le mattinate e i primi pomeriggi passati insieme, persino le passeggiate al camposanto. E ce l’ho ben presente, quella malinconia che lasciava trapelare quella stanchezza strana, quel bisogno di un riposo non quantificabile in ore di sonno o mezz'oretta di pennichelle. Lo sentiamo forte e chiaro, quando il cammino è quasi al suo epilogo. E ci attiviamo in quella direzione, istintivamente, come il volatile che inizia a prepararsi il nido. Avevo percepito molto, di quello che avresti incontrato. Eppure ti rispondevo picche, alle tue profezie. Era il mio dovere, caro Nando, in un gioco delle parti inutile quanto necessario. Ora che il tuo cammino è compiuto, cerco di prenderlo come il messaggio di chi, dopo un lungo viaggio, è arrivato a casa e sta tutto a posto.

La redazione di Velletri Life si unisce al cordoglio per la scomparsa di Arnaldo Cedroni, spentosi all'età di 73 anni.
Associazioni e Solidarietà