Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:

sabato 1 luglio 2017

L'angolo del computer: Consigli per l’estate

Estate, per molti tempo di partenze, di stabilimenti balneari, hotel, villaggi e locali ma anche tempo di continuare ad essere connessi ad internet h24. 

di Stefano Ruffini


Se “proprio si deve” è bene farlo al meglio della sicurezza e a questo proposito dispenserò alcuni consigli che ai più esperti sembreranno banali ma che è bene comunque ricordare.
Non sempre dove soggiorniamo, soprattutto nelle spiagge attrezzate o nei bar, la rete è ben strutturata e può capitare quindi di navigare con un Wi-Fi “aperto” cioè privo di password e quindi privo di segnale criptato. Potenzialmente in queste reti poco sicure c’è il rischio di intrusioni nel proprio computer (ma non solo, anche smartphone o tablet) con furto di dati sensibili, numeri di carte di credito, password personali perpetrato tramite varie tecniche come lo sniffing (intercettazione dei pacchetti dati), il man in the middle (un malfattore che si mette in mezzo tra l’utente e l’hot-spot) o una condivisone fraudolenta. Senza entrare in tecniche di difesa per gli addetti informatici come crearsi un VPN (rete privata virtuale) o evitare di lasciare la configurazione del proxy in automatico bastano pochi accorgimenti per navigare in (quasi) totale sicurezza. Innanzitutto è bene partire con il pc aggiornato sia come sistema operativo che come antivirus (attenzione al pericolassimo nuovo virus ransomware Peyta), poi eliminare le eventuali cartelle condivise, controllare che il firewall sia attivo e se non si ha l’esigenza di condividere il computer in una rete locale chiudere il servizio “server”. Per chiuderlo basta digitare sulla riga comandi (Windows Xp/7/8) o su Cortana (Windows 10) service.msc per accedere alla lista dei “servizi” (accessibile anche tramite pannello di controllo/sicurezza). Una volta trovato in ordine alfabetico il servizio chiamato “server” basterà cliccarci sopra e su “tipo di avvio” selezionare “disabilitato” e riavviare. Si evita così che una qualsiasi persona possa entrare in condivisione con il vostro computer. Ad ogni modo in linea generale anche se non si è protetti si può sempre cercare di navigare nei siti che hanno come prefisso l’HTTPS anziché semplicemente l’HTTP in quanto i dati tra voi e l’HTTPS sono sempre criptati e indecifrabili ad un estraneo anche quando il Wi-Fi è privo di criptazione. Per il resto “buone vacanze” cercando di evitare i siti truffa che propongono soggiorni a prezzi stracciati o che fanno del cybersquatting (siti che imitano siti veri), false proposte di sconti per ipotetiche “notti bianche dell’e-commerce o black Friday dello shopping” e occhio anche alle richieste di amicizia, foto e notizie che si postano sui social network che possono informare i topi d’appartamento della vostra assenza.