menù



Sponsor


mercoledì 26 luglio 2017

Consiglio Comunale interminabile, botta e risposta tra Greci/Di Luzio/Cerini (PDL-FDI-Live) e Trenta (M5S)

Un Consiglio Comunale infuocato, dal quale arrivano quasi in diretta le notizie e le dichiarazioni dei rappresentanti dei cittadini.

Foto Panoramio
VELLETRI - In un Consiglio iniziato stamattina e al momento ancora in corso (ore 22.30), è successo davvero di tutto: prima il rischio di mancanza del numero legale, poi un alterco tra il presidente del Consiglio Daniele Ognibene e il consigliere Cerini, con quest'ultimo che ha addirittura allertato le forze dell'ordine. Infine, la discussione, che su alcuni punti ha provocato un botta e risposta 'inedito' tutto interno all'opposizione.


"Pd e Cinque Stelle a Velletri - si legge in una nota congiunta diramata da PDL-FDI-LIVE - si fanno le prime prove di accordi. Grande colpo di scena in Consiglio Comunale a Velletri: il Partito Democratico si salva nell'immediata esecutività su alcuni debiti fuori bilancio con il rappresentante dei Cinque Stelle che appunto 'regge' il numero legale al centro-sinistra. Se i lavori sono ingolfati è solo colpa del centro sinistra e del PD che hanno portato oltre 50 punti all'ordine del giorno del Consiglio Comunale da votare tutti entro la giornata di mercoledì, molti punti anche con parere contrario del Collegio dei Revisori dei Conti". A firmare questa nota congiunta Gianni Cerini, Dario Di Luzio e Giorgio Greci. Pronta la risposta, sempre dai banchi del Consiglio, di Paolo Trenta, capogruppo pentastellato: "In realtà - ha dichiarato in merito alle accuse ricevute - al momento la maggioranza ha il suo numero e viaggia tranquilla, e dovreste sapere che il M5S non fa accordi con nessuno e tanto meno con il PD. Personalmente sono stato eletto per esprimermi e votare in Consiglio Comunale e soprattutto, avendo agli ultimi punti gli statuti delle società partecipate "fondamentali" per i servizi ai cittadini e per le duecento famiglie che vi lavorano, trovo irresponsabile cercare di far cadere il consiglio comunale prima dell'approvazione degli stessi. La politica del Movimento Cinque Stelle è responsabile nei confronti dei cittadini, anche se in opposizione e non si presta ai giochetti politici di chi vi passa queste note". Seguiranno senz'altro aggiornamenti.