menù



Sponsor

giovedì 1 giugno 2017

Unitre Velletri, cerimonia di chiusura: "Un anno importante e ricco di iniziative, si guarda già al futuro"

Cerimonia di chiusura dell'anno accademico 2016-2017 per l'Università delle Tre Età di Velletri.

VELLETRI - Si è svolta lunedì 29 maggio, a partire dalle ore 17.00, la Cerimonia di Chiusura dell'anno accademico 2016-2017 dell'Università delle Tre Età di Velletri. L'istituzione accademica veliterna, attiva ormai da quasi trent'anni, ha coronato un altro anno intenso a livello didattico. Dopo l'ultima lezione in calendario, della dottoressa Sara Di Luzio, nell'Aula Magna della Scuola "Clemente Cardinali" si è tenuto l'appuntamento di chiusura.
A prendere la parola è stata la presidente, professoressa Sara Gilotta, la quale ha ringraziato tutti - docenti e studenti, nonché lo staff - per l'impegno: "Si chiude per noi un anno importante e ricco di iniziative, che ci ha visto crescere e soprattutto consolidare i contatti con le altre Unitre del Lazio e d'Italia.
Abbiamo organizzato il convegno sul terzo settore in collaborazione con UniPegaso, partecipato al Festival dei Cori delle Unitre di Fiuggi, e presenziato a numerose iniziative. Ci tengo a ringraziare personalmente tutti i docenti, quest'anno abbiamo offerto dei corsi di qualità e speriamo il prossimo anno di migliorarci". Dopo l'intervento della presidente, spazio alla musica: la straordinaria voce di Anna Casale, coadiuvata da Emanuela Federiconi - con al piano il maestro Nicolò Iucolano e all'armonica Alvaro Checchelani - ha calamitato la folta platea, di studenti e docenti, con dei classici della lirica italiana. In seguito esibizione del coro dell'Unitre, che si è cimentato in alcuni brani cantando con impegno e passione. Molto bella anche l'esposizione dei lavori del laboratorio di disegno e pittura tenuto da Margherita Seccia. Per concludere un conviviale buffet pieno di prelibatezze grazie anche alle capacità culinarie di soci, iscritti e docenti che hanno portato le loro specialità. L'appuntamento è al prossimo anno accademico, che si prevede ancora più ricco: "Ci stiamo già lavorando", ha infatti annunciato Sara Gilotta, e non si può che aspettarsi un'offerta formativa nutrita e qualitativamente alta.