menù



Sponsor

sabato 24 giugno 2017

“Tre volte te”: arriva a Velletri Federico Moccia per “Velletri Libris”

Domenica 25 giugno, alle ore 21.00, sarà ospite della rassegna nazionale di letteratura che si sta svolgendo con grande successo di pubblico nel Chiostro del Convento del Carmine il noto scrittore e regista.

di Rocco Della Corte


VELLETRI - Federico Moccia, romano classe 1963, ha iniziato molto presto la sua avventura letteraria. Figlio di Giuseppe Moccia, in arte Pipolo, esordisce giovanissimo nel mondo nel cinema e della televisione, prima come attore, poi come regista e infine come ospite a varie trasmissioni del piccolo schermo.
L’esordio da narratore risale al 1992, con Tre metri sopra il cielo: il romanzo trova enormi difficoltà di diffusione, tanto che Moccia ricorre all’editoria a pagamento per vederlo pubblicato. Ci vorranno quasi vent’anni per un insperato boom mediatico: nel 2004, infatti, il libro diventa uno dei più venduti e il successo che segue la pubblicazione da parte di Feltrinelli prosegue con la trasposizione cinematografica. Moccia raggiunge dunque una grande popolarità, aumentata con due premi letterari (il Torre di Castruccio e l’Insula Romana) e la traduzione in più lingue (i numeri parlano di oltre due milioni di copie vendute in Spagna). Ideale prosecuzione è, nel 2006, Ho voglia di te, che ottiene lo stesso gradimento da parte del pubblico e finisce sul grande schermo con il film diretto da Luigi Prieto e interpretato da Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti. A consacrazione avvenuta, Moccia continua a scrivere e pubblica Scusa ma ti chiamo amore, La passeggiata, Cercasi Niki disperatamente (tutti e tre nel 2007) e Amore 14 (2008). I soggetti riadattati al cinema consentono allo scrittore di raggiungere una notorietà universale, che abbraccia fasce di pubblico eterogenee, dalle adolescenti che si rispecchiano nelle storie dei personaggi, giovani, fino ai più grandi. Tre volte te rappresenta il ritorno sulla scena letteraria dopo tre anni dall’ultima pubblicazione, ed è il terzo volume della storia iniziata con Tre metri sopra il cielo. Lo scrittore-Sindaco (nel 2012 fu eletto primo cittadino del Comune di Rosello, che ha amministrato per cinque anni per poi scegliere di non ricandidarsi alle recenti elezioni) continua la trilogia lasciando un interrogativo aperto. Come si legge nella quarta di copertina, infatti, «In Tre metri sopra il cielo Babi gli ha spezzato il cuore. In Ho voglia di te Gin gli ha insegnato ad amare di nuovo. In Tre volte te Step è a un bivio… Come finirà la storia tra Babi, Step e Gin?». Per scoprirlo l’appuntamento è domenica sera, alle 21.00, sotto le stelle nell’atmosfera magica del Chiostro della Casa delle Culture e della Musica. A seguire un buon calice di vino e degustazioni offerte dai partner dell’evento.