menù



Sponsor


martedì 27 giugno 2017

Rifiuti, Dario Di Luzio (FDI): "Abbiamo ribadito con forza il No ai megaimpianti industriali"

Il consigliere Dario Di Luzio: "Abbiamo ribadito con forza che la soluzione ottimale e migliore per Velletri non è assolutamente quella dei mega impianti industriali per la gestione dei rifiuti che la giunta Servadio ed il Partito Democratico stavano cercando di realizzare ai cinque archi in contrada Lazzaria". 

Comunicato stampa a cura di Dario Di Luzio


VELLETRI - "Per gestire la parte di umido dei rifiuti prodotti nel nostro comune sono sufficienti dei mini impianti di comunità per il centro oltre al compostaggio domestico obbligatorio per le utenze situate nel vasto territorio extra urbano, iniziative utili anche per ridurre la tariffa per cittadini e imprese.

Per fortuna il Consiglio Comunale si è espresso a larga maggioranza sfiduciato proprio Servadio ed Pd. Ora il sindaco dovrà immediatamente andare in Volsca e comunicare che il suo Comune vuole rinunciare al progetto dell'impianto industriale da 33.000 tonnellate su cui stavano già lavorando. Lo deve fare subito nel rispetto della votazione d Consiglio Comunale che con 15 voti favorevoli ha confermato questo, contro i soli 5 favorevoli (tutti del Pd). Dal punto di vista politico un segnale chiaro contro questa amministrazione al capolinea, se fossero coerenti dovrebbero dimettersi dopo questa evidente sconfitta politica su un punto importantissimo del mandato elettorale.
Confermo tutto l'impegno  dimostrato durante i lavori della commissione speciale rifiuti ben coordinata dal presidente dottor Giorgio Greci, che ha prodotto una relazione finale chiara e che va esclusivamente sulla direzione della tutela della salute pubblica dei cittadini, della salvaguardia del territorio, delle falde acquifere della zona e dei prodotti agricoli che vengono prodotti, con importanti marchi di pregio e qualità con Igp, Dop, Doc e Bio. Non serve e non vogliamo nessun mega impianto industriale. Ovviamente i 15 voti favorevoli sono per la mozione che chiede la sospensione del progetto del mega impianto industriale Un risultato positivo per la città, noi consiglieri abbiamo fatto il nostro merito all'impegno del comitato, di associazione di agricoltori, di professionisti, di tanti cittadini che sono scesi in piazza e di chiunque abbia dato un contributo".