menù



Sponsor

sabato 10 giugno 2017

L'angolo del computer: Trasformare la propria tv in “smart”

Molti modelli recenti di televisori sono dotati di Wi-Fi e/o connettore Lan-Ethernet per potersi collegare alla rete internet tramite il modem-router di casa o l’hot spot del proprio smartphone/tablet.

di Stefano Ruffini


Questi moderni apparecchi sono chiamati “smart-tv” e possono accedere a tutta la multimedialità che offre la rete, quindi social network, video on-demand (ad esempio Netfix), email, siti web e così via; alcune marche offrono anche un proprio (limitato) contenuto.
I modelli meno recenti invece sono sprovvisti di collegamento ad internet… ma non per questo sono da mandare in pensione! Con poca spesa è possibile aggiornarli a “smart-tv” con anche maggiori funzionalità, libertà di personalizzazione e spesso anche migliori prestazioni. La soluzione più facile sarebbe quella di collegarci un notebook ma risulterebbe anche la meno pratica per ingombri, costi e la scomodità di doverlo ogni volta staccare dal televisore per usarlo altrove. Da qualche anno sono in vendita gli “Smart-Box TV” che si collegano al televisore generalmente tramite una presa HDMI (audio-video digitale) presente nella quasi totalità dei televisori “piatti”. Gli Smart-box Tv hanno prezzi variabili che partono dai 30 euro in su a seconda delle prestazioni e sono forniti di telecomando o tastiera e mouse Wi-Fi; quello che ho io da anni è fornito di solo telecomando che ho sostituito con un mouse wireless. Tutti si collegano ad internet tramite Wi-Fi in maniera semplicissima, senza particolari configurazioni, esattamente come si fa quando si collega uno smartphone al proprio modem-router o al Wi-Fi di un hotel o altro esercizio pubblico; molti modelli posseggono anche il collegamento Lan/Ethernet, il lettore di schede SD, un paio di USB, ecc. e hanno le dimensioni di una custodia di un CD spessa circa 3 cm; quelli invece con il solo attacco HDMI sono grandi quanto una chiavetta USB. Il sistema operativo è Android quindi funzionano come uno smartphone o meglio come un tablet con le app di Google scaricabili; gli smart-box Tv sono utili anche per collegare una chiavetta contenente ad esempio un film in un formato non riconosciuto dal Tv. Un’alternativa recente agli Smart-box Tv sono i mini-pc Z83 con il sistema operativo Windows; sono una soluzione meno economica degli “Android” ma sicuramente più versatile. Sono equipaggiati con un processore Atom, 2 Gb di Ram, un hard-disk di piccole dimensioni (ma se ne può collegare uno esterno), Lan, Wi-Fi, Bluetooth, Hdmi, USB, SD, ecc. e sono venduti a circa 100 euro Windows 10 compreso!