Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:

giovedì 29 giugno 2017

Impianto di compostaggio, il PD: "Rivendichiamo con coerenza il voto contrario espresso in Consiglio"

Il Partito democratico rivendica con coerenza il voto contrario espresso in Consiglio comunale sulla mozione presentata da Articolo 1 Mdp in merito in merito alla realizzazione dell’impianto di compostaggio a Lazzaria come previsto dal programma elettorale e come condiviso con la maggioranza in tutti questi anni. 

Comunicato stampa a cura del Partito Democratico

VELLETRI - La chiusura del ciclo dei rifiuti sul territorio resta un dovere che l’amministrazione guidata da Fausto Servadio intende perseguire nel rispetto della comunità e dello stesso territorio. È dissonante ascoltare interventi di consiglio da parete di esponenti della maggioranza in aperta contraddizione con quanto sostenuto fino a ieri e l'esito di quel voto brucia e sollecita un chiarimento tra le forze che sostengono questa amministrazione.
Sui rifiuti possiamo raccontare una storia di successo che il Sindaco ha ripercorso anche nell’ultimo consiglio: una differenziata quasi al 75%, una società di gestione efficace tra le migliori del Paese che vanta un bilancio invidiabile e che dà lavoro a 180 famiglie. Con coerenza e coraggio il Sindaco e l’amministrazione hanno interpretato il loro ruolo e si sono assunti la responsabilità di proporre un progetto di un impianto moderno e sostenibile in grado di produrre compost anche biologico. Purtroppo l’avvicinarsi della scadenza elettorale ha alimentato la preoccupazione di completare un percorso che va avanti da dieci anni e ha spinto a presentare una mozione controversa che ha alimentato le trombe del centro-destra che sui rifiuti ha combinato danni inestimabili. È stato imbarazzante vedere quelle persone, un centinaio, indossare una maglietta, fornita dagli organizzatori (i soliti noti, ovvero quelli che hanno devastato Velletri negli anni in cui anni governato) che esprimeva solo grandi bugie: nessuna discarica, nessun impianto biogas e nessuna terra dei fuochi. Dovrebbero vergognarsi per dare di Velletri quell’immagine che non appartiene alla realtà. Ora il progetto è nelle mani degli organismi istituzionali comunali per ulteriori suggerimenti e poi verrà sottoposto al voto del Consiglio Comunale che rimane sovrano per ogni decisione. Il Pd continuerà ad appoggiare il Sindaco nel percorso intrapreso convinto com’è che la strada è quella giusta e avvierà una seria campagna informativa per dialogare direttamente con la maggioranza silenziosa dei cittadini veliterni che è costretta ad osservare l’ennesimo teatrino di chi sta cercando solo qualche consenso di retroguardia.