Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




mercoledì 14 giugno 2017

“Essere Nanni Moretti”: Giuseppe Culicchia inaugura Velletri Libris

Venerdì 16 giugno 2017 alle ore 18.30 inaugurazione della rassegna letteraria nazionale che accompagnerà i veliterni in un’estate all’insegna della cultura nel Chiostro del Convento del Carmine.

di Rocco Della Corte


VELLETRI - «Cosa fareste se un giorno, facendovi crescere la barba, scopriste che siete il sosia perfetto di uno dei più importanti registi italiani di tutti i tempi?». Da questa domanda può nascere un romanzo, ed è proprio l’operazione in cui si è cimentato, con successo, Giuseppe Culicchia.
Sarà proprio lo scrittore, saggista e traduttore torinese ad inaugurare la rassegna letteraria nazionale “Velletri Libris” ideata dalla Mondadori Bookstore di Velletri in collaborazione con la Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri. Venerdì 16 giugno, alle ore 19.00, dopo la cerimonia di apertura della rassegna che durerà fino ad agosto ed è ricca di appuntamenti, Culicchia presenterà il suo nuovo libro intitolato Essere Nanni Moretti edito da Mondadori. Autore molto noto e tradotto in tantissimi paesi del mondo, ha esordito negli anni Novanta e ottenuto le prime consacrazioni con il romanzo Tutti giù per terra che gli è valso due premi (il Montblanc nel 1993 e il Grinzane-Cavour nel 1995) ed ha ispirato il film di Davide Ferrario. Abituale illustre firma di vari quotidiani nazionali per la terza pagina, Giuseppe Culicchia con il nuovo romanzo propone una trama innovativa e una storia densa di spunti. Un uomo con velleità letterarie è alla ricerca dell’ispirazione del romanzo che potrebbe valergli la popolarità e la fama, in un leitmotiv sveviano che ha caratterizzato tanti autori passati alla storia. Tuttavia la grande voglia di entrare nel novero dei classici del secolo è frenata da vari episodi.
L’insoddisfazione viene parzialmente placata da Selvaggia, una donna intrigante dal nome parlante, che continua ad incitarlo nonostante il foglio sia sempre bianco e le idee tardino ad arrivare. Poi, d’un tratto, la casuale svolta: la barba cresciuta, per un progressivo lasciarsi andare, e una fisionomia che già di per sé aiuta lo rendono un sosia quasi perfetto di Nanni Moretti. Da una iniziale retrospettiva sul mondo dell’editoria, si passa dunque al tema del doppio – di plautina memoria – perché il protagonista sfrutta la somiglianza impressionante per acquisire popolarità, anche se alla fine della giostra il successo e la fama ottenuti con incontri, cene, autografi e quant’altro non sono merito della sua identità. Un nome di spessore per inaugurare la rassegna letteraria, dunque, e un romanzo interessante e sfrontato che incuriosisce: con un calice di vino e il fresco serale si potrà godere, in un clima straordinario, di un evento culturale a trecentosessanta gradi. L’appuntamento è per venerdì 16 giugno alle ore 18.30 alla Casa delle Culture di Piazza Trento e Trieste per il primo di una serie di iniziative di altissimo livello.