menù



Sponsor


domenica 18 giugno 2017

Emergenza idrica, Andreozzi: "Situazione inaccettabile, ho chiesto urgente conferenza dei Sindaci"

Continuano i disagi per la popolazione, che riversa sui social il proprio disappunto riguardo tante situazioni che vedono zone e abitazioni di Velletri senz'acqua. Ieri sera autobotti in vari punti del centro, tra cui Piazza Mazzini.


VELLETRI - Per una maggiore informazione e soprattutto per esprimere solidarietà ai cittadini, è tornato a parlare a distanza di due giorni l'assessore ai rapporti con Acea Sergio Andreozzi. Ha quindi annunciato di aver sollecitato, nonostante il giorno festivo, l'ufficio del Prefetto di Roma e la Segreteria Tecnica Operativa, al quale è stata chiesta una urgente convocazione della conferenza dei Sindaci. Un appello fermo è stato rivolto anche alla Sindaca di Roma, Virginia Raggi, primo cittadino del Comune che è anche maggior azionista di Acea.
Il titolare della delega si è detto molto amareggiato per quanto sta avvenendo, dando poi conto dell'attività già svolta e dei passi - sia pratici che istituzionali - messi in campo da questa mattina: "Assistere impotenti a quanto sta accadendo in città riguardo la drammatica situazione idrica vi garantisco è assai deprimente. Svegli dall'alba per essere aggiornati in tempo reale sulla situazione che seppur risolta (con ritardi che dovranno essere giustificati) nella lavorazione, non ha prodotto per oggi i risultati sperati con conseguenti continui ed aggravati disagi per tutta la popolazione del centro storico""Sono quindi partite, nonostante la giornata festiva, telefonate e missive verso enti decisionali. E' stato dapprima avvisato l'ufficio del Prefetto di Roma per eventuali azioni di supporto anche con militari e poi il responsabile della Segreteria Tecnica Operativa al quale, oltre ad essere stato evidenziato lo stato di crisi che attanaglia la nostra città dai primi di giugno, e l'azione superficiale ed insufficiente del gestore per quanto riguarda la risoluzione dei problemi, è stata richiesta una urgente conferenza dei sindaci dei 102 comuni dell'Ato nella quale discutere di Acea e della sua inefficace organizzazione nel gestire il servizio. Una preghiera di collaborazione - ha proseguito Andreozzi - la rivolgiamo quindi al presidente della conferenza e dell'area metropolitana, Sindaco di Roma e maggior azionista di Acea, dottoressa Virginia Raggi, già chiamata a raccolta sul tema in altre circostanze e con riscontro totalmente assente da circa un anno. Stavolta sarà il caso di discutere a lungo sul sistema organizzativo di Acea, di quel sistema denominato "stile Firenze" che ha determinato uno scollamento netto tra cittadini e gestore, e soprattutto ha peggiorato la qualità del servizio, di per se già insufficiente, di risoluzione dei problemi tecnici a causa di una assoluta mancanza di monitoraggio e sorveglianza del territorio, nonché di programmazione e prevenzione. praticamente ci troviamo di fronte ad un'azienda molto capace di progettare e realizzare grandi opere ma assolutamente inadeguata nel gestire il quotidiano".