Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:

giovedì 22 giugno 2017

Alla "Salvo D'Acquisto" cerimonia di chiusura del XIV corso annuale allievi Marescialli "Gallo"

Nella caserma "Salvo D'Acquisto", sede del 1° Reggimento Allievi Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri, si è tenuta la cerimonia di chiusura del 14° Corso annuale allievi Marescialli intitolato al Maresciallo Capo Francesco Gallo, Medaglia d’Oro al Valor Militare alla Memoria. 

VELLETRI - All’evento hanno preso parte il Comandante il Comandante delle Scuole dell'Arma, Generale di Corpo d’Armata Carmine Adinolfi, il Comandante della Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze, Generale di Divisione Gianfranco Cavallo, i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri, oltre alle massime Autorità civili, militari e religiose del luogo, alla presenza di una festante platea di parenti ed amici degli Allievi.
Nella Piazza d'Armi, alla presenza della “Bandiera” d’Istituto (Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri), alla guida del Comandante di Reggimento Colonnello Liviano Marino, si sono schierati i 240 frequentatori del Corso annuale neo promossi Marescialli e 300 allievi vice brigadieri (che termineranno gli studi il 28 luglio p.v.), affiancati dalla Fanfara della Legione allievi carabinieri di Roma. Al termine della rassegna dello schieramento da parte del Comandante delle Scuole dell’Arma, è stata data lettura della motivazione della concessione della Medaglia d’oro al Valor Militare alla memoria al Maresciallo Capo Francesco Gallo, al quale è intitolato il 14° corso, che perse la vita durante il II conflitto mondiale per essersi coraggiosamente rifiutato di collaborare con le forze armate nazi-fasciste, in Dobrota (Cattaro-Dalmazia) 8 settembre 1943 – 20 aprile 1944.
A seguire, a testimonianza della consacrazione del corso ad un così alto esempio, quale segno di onore e riconoscenza, un allievo del 14° corso ha consegnato una targa ricordo al figlio dell’eroe, prof. Salvatore Gallo. Successivamente è avvenuta la consegna da parte del Comandante Generale degli attestati di merito ai primi tre classificati nelle discipline tecniche, giuridiche e pratiche del Corso A seguire, dopo il discorso augurale del Comandante della Scuola, Generale Cavallo, ha preso la parola il Comandante delle Scuole dell’Arma, Generale Adinolfi, il quale, dopo aver portato il saluto del Comandante Generale dell’Arma, Tullio Del Sette impossibilitato ad intervenire, rivolgendosi agli allievi ha sottolineato l’importanza del nuovo grado acquisito, quello di Maresciallo dell’Arma, che rappresenta un ruolo fondamentale e di responsabilità, con particolare riguardo alle funzioni svolte nell’ambito delle Stazioni Carabinieri: presidi dell’Arma che i cittadini vedono come costante ed irrinunciabile punto di riferimento per la sicurezza. Certo della disponibilità, tempestività e scrupolosità, che i neo marescialli sapranno offrire nell’affrontare le diverse emergenze, ha poi richiamato l’attenzione, stante l’attuale criticità in materia di ordine e sicurezza pubblica, sulla necessità di intensificare l’azione di controllo del territorio nel quadro di uno stretto coordinamento con le altre Forze Armate e di Polizia.
Ha proseguito, evidenziando le maggiori responsabilità a cui saranno chiamati per prestare un servizio particolarmente oneroso, che richiederà un grande spirito di sacrificio, rivolgendo anche l’invito ad operare con orgoglio e passione, sia di giorno che di notte, per portare aiuto a tutti coloro che lo richiederanno, fornendo generose risposte ai cittadini e con esse quel senso di maggiore sicurezza di cui tutti noi abbiamo bisogno.Ha richiamato, infine, i valori fondamentali che fanno parte del patrimonio della nostra storia: onestà, rispetto, generosità, umiltà, senso di giustizia, etica dei comportamenti e fede, affermando che sapranno onorare con il loro operato la memoria di quanti, nel tempo, sono caduti nell’adempimento del Dovere. Il discorso si è concluso con l’augurio rivolto ai neo promossi delle migliori soddisfazioni professionali e di tanta serenità alle loro Famiglie. La cerimonia è terminata con gli onori finali alla Bandiera ed il tradizionale sfilamento in parata dei reparti schierati, con un corale ringraziamento a tutti gli intervenuti.