Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




lunedì 29 maggio 2017

Viaggio nel tempo ai Castelli Romani: Velletri Anno Domini 1495 il 3-4 giugno 2017

La manifestazione Anno Domini 1495 rievoca il passaggio di Carlo VIII di Francia a Velletri nel 1495, dove si fermò il 1° febbraio durante la sua discesa in Italia nel tentativo di conquistare il regno di Napoli.


Per l’illustre visita la città preparò una grande accoglienza con archi di trionfo fatti di fiori. Al seguito del re - ufficialmente come legato pontificio, ma in realtà suo prigioniero politico - viaggiava il figlio dell'ostile papa Alessandro VI, Cesare Borgia, il quale con l’aiuto di alcuni nobili locali si diede nottetempo alla fuga travestito da stalliere reale, per rifugiarsi a Roma.

Al che Carlo ordinò ai suoi soldati di distruggere e saccheggiare Velletri l’indomani, non appena lui fosse ripartito. La città scampò tuttavia al pericolo grazie all'intercessione del cardinale Giuliano Della Rovere, futuro papa Giulio II, allora vescovo di Velletri, presso il cui appartamento il re alloggiava. Giuliano si fece ricevere da Carlo, pregandolo fino alle lacrime perché risparmiasse la città e ritirasse quegli ordini draconiani. E non se ne andò fino a quando il re non decise di risparmiare la città. Velletri era salva. Il giorno dopo Carlo riprese il suo "viaggio" verso Napoli. Giunta alla sesta edizione, la manifestazione veliterna Anno Domini 1495 è organizzata in rete con le regioni italiane toccate dalla discesa di Carlo VIII. Quest’anno l’associazione Sbandieratori e Musici di Velletri, in sinergia con il Comune di Velletri e il Consorzio per il Sistema Bibliotecario Castelli Romani, proporrà nel weekend 3/4 giugno rievocazioni storiche, un torneo amichevole tra gruppi di sbandieratori e musici, spettacoli di giocoleria, falconeria, scherma. La manifestazione è totalmente gratuita. Si comincia nel pomeriggio di sabato 3 giugno, in Piazza Mazzini e Piazza Cairoli, con l’allestimento di un accampamento militare, esposizione di manufatti mestieri e artigianato, combattimenti medievali, arcieri, musica e danze medievali. Da Piazza Garibaldi partirà una sfilata rievocativa con figuranti in costume, armigeri, sbandieratori e musici, con esibizioni dei gruppi partecipanti in Piazza Cairoli e poi in Piazza Mazzini. Alle 20.30 lungo spettacolo in Piazza Cesare Ottaviano Augusto, con dimostrazioni di scherma storica, giocoleria, danze rinascimentali, spettacolo di fuoco e competizione amichevole tra i gruppi di sbandieratori. Domenica 4 ancora l’accampamento e il mercato rievocativo, spettacoli di scherma storica, sbandieratori e musici; nel pomeriggio falconeria, sbandieratori, sfilata lungo Corso della Repubblica, con conclusione della manifestazione verso le ore 20. Per maggiori informazioni: http://www.visitcastelliromani.it/it/cosa-fare/enjoy-castelli-romani (settimana 29 maggio-4 giugno). L’evento si inserisce nell’ambito del progetto regionale Biblioteche in Coworking finalizzato alla promozione e valorizzazione dei sistemi bibliotecari e museali, già da qualche mese ai Castelli Romani e nel territorio metropolitano le biblioteche stanno lavorando alla riscoperta della storia e dei miti locali. “Viaggio nel tempo ai Castelli Romani” sta proponendo eventi di spessore, gratuiti e aperti a tutti - scuole, famiglie, pubblico locale, turisti - per illuminare scorci del territorio castellano nelle diverse epoche storiche: il passato romano e preromano, il Medioevo, il Cinquecento e Seicento nelle dimore nobiliari, fino ai primi del Novecento con i suoi treni tram aerei e dirigibili.

Gruppi partecipanti:
Sbandieratori di Assisi, Sbandieratori di Calvi dell'Umbria, Sbandieratori e Musici Alfieri del Cardinal Borghese di Artena e Sbandieratori e Musici di Velletri.