Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




mercoledì 3 maggio 2017

Via Nemorense, svolti lavori urgenti per mettere in sicurezza il tratto interessato dal crollo a Nemi

Sono nella fase conclusiva i lavori di messa in sicurezza sulla strada provinciale Nemorense, entro maggio è prevista la riapertura della strada all’altezza della galleria. 


NEMI - I lavori si sono resi necessari a seguito del distaccamento di alcuni massi dal paramento murario, al km 3+850, i primi giorni di febbraio.
Il Sindaco di Nemi Alberto Bertucci ha presentato una richiesta urgente per mettere in sicurezza il costone. A seguito dei sopralluoghi effettuati, la Città metropolitana di Roma Capitale ha rilevato il rischio di caduta massi sulla confinante strada comunale (via De Sanctis) e per il transito sulla via Nemorense, interrompendo la circolazione nel tratto interessato e procedendo all'affidamento dei lavori in somma urgenza per il consolidamento del paramento murario e il ripristino della sede stradale.
"Siamo intervenuti tempestivamente - dichiara il Vice Sindaco della Città metropolitana di Roma, Fabio Fucci - per mettere in sicurezza un tratto di nostra competenza, che per i cittadini di Nemi costituisce l'unica via d'accesso al paese. La particolare conformazione del tratto di strada ha richiesto un'attenta indagine anche di tipo geologico. È nostro dovere mettere al primo posto la sicurezza della strada e l'incolumità dei cittadini, dando immediata risposta alla segnalazione del Sindaco Bertucci. Pur con le limitate risorse con cui ci troviamo a gestire la manutenzione delle nostre strade, sarà nostro impegno valutare, oltre a questo lavoro, un intervento di complessiva riqualificazione dei due ponti di Nemi e tutta l’area adiacente". "Sono molto soddisfatto – dichiara il Sindaco di Nemi Bertucci– di come stanno andando avanti i lavori e soprattutto di come lo stesso ente abbia dato una risposta immediata. Un ringraziamento particolare voglio rivolgerlo – conclude Bertucci – ai tecnici e agli amministratori della Città Metropolitana, che con il loro impegno hanno contribuito alla tempestiva risoluzione del problema".