Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




domenica 28 maggio 2017

F&D H2O, primato blindato: concluso il campionato con un pari a Catania (7-7)

Le ragazze di Di Zazzo contro un motivato team locale sfiorano l’ennesimo successo ma concludono la stagione con pareggio. 

di Rocco Della Corte 


CATANIA – Un pirotecnico pareggio dopo tre parziali molto tesi ed equilibrati consente all’F&D H2O Fortitudo Domus Pinsa di chiudere il campionato con un ruolino di marcia quasi da record. Se il primato era già blindato e matematicamente certo, l’obiettivo dichiarato delle ragazze guidate dal tecnico Di Zazzo mirava a lasciare in un cammino perfetto l'unica sconfitta subita finora.
Missione compiuta dopo una gara combattuta nonostante la maggiore rilassatezza delle veliterne in vasca. Animi completamente diversi in casa Guinnes, dove la salvezza è ancora tutta da conquistare e le catanesi sono state scavalcate dal Volturno finendo penultime. La tensione è molta soprattutto per le padrone di casa, che ce la mettono tutta per battere la capolista. Il primo parziale si chiude 1-1, al vantaggio siciliano di Di Stefano risponde Ercoli. Secondo tempo ancora in parità, segna Amedeo per Catania e Bagaglini pareggia per Velletri. Nel terzo tempo le avversarie chiudono con una rete di vantaggio (2-1 il finale con il gol di Zenobi per la squadra del presidente Perillo e le reti ancora di Di Stefano e Amedeo, le più prolifiche della compagine di casa con tre marcature a testa nel computo finale). Il quarto tempo vede una bella reazione dell’F&D H2O, che in scioltezza e con un largo turn over si porta addirittura in vantaggio prima del pareggio di Ciancio, al fotofinish, che spegne le speranze del blitz alimentate dai gol di Rosini, Antonacci, Ercoli e Bagaglini. Un pareggio che non influisce minimamente sull’andamento della stagione, con la squadra di Di Zazzo già proiettata verso gli spareggi. Proprio il tecnico, a fine gara, ha commentato positivamente l’esito del match pur consapevole dello spirito messo in vasca, ben diverso rispetto a sette giorni fa: “E’ stata una partita che come prevedibile ci ha visto commettere qualche errore in più e spesso sembravamo avere la testa altrove. Un pizzico di rammarico resta perché stavamo portando a casa una vittoria sul 7-6, e subire il gol del pareggio allo scadere non fa mai piacere. In ogni caso ho dato spazio a tutti gli effettivi compreso il secondo portiere che ha giocato tutto l’ultimo tempo. Archiviamo questa gara – ha concluso Di Zazzo – perché ora comincia, anzi sarebbe meglio dire ‘continua’, il difficile”. La compagine di Velletri, comunque, chiude in testa al girone Sud di Serie A2 mantenendo intatta la striscia di risultati utili consecutivi e con una sola sconfitta rimediata di fronte a quindici vittorie e due pareggi. La Vela Ancona comunque ha perso e quindi l’F&D conclude la sua stagione prima a +5 sul secondo posto. Un risultato impronosticabile, ma c’è il seguito della stagione tutto da vivere a caccia di un sogno chiamato Serie A1. 

GUINNES CATANIA – F&D H2O 7-7 

GUINNES CATANIA: Maimone, Spampinato, De Stefano (3), Amedeo (3), Bucisca, Arena, Privitera, F. Mirabella, Strano, Gallo, Ciancio (1), Borrello, M.F. Mirabella. Allenatore: Vinciguerra. F&D H2O: Minopoli, Maggiore, De Marchis, Zenobi (1), Rosini (1), Antonacci (1), Clementi, Passaretta, Ercoli (2), Turchi, Bagaglini (2), Mordacchini. Allenatore: Di Zazzo. Arbitro: Acierno Parziali: 1-1 / 1-1 / 2-1 / 3-4