menù



Sponsor

domenica 21 maggio 2017

F&D H2O, capolavoro completato: Ortigia battuto, primato matematico e vittoria del campionato di A2

Primato confermato e matematico: alla Piscina "Tortuga" cade anche l'Ortigia, quarta forza del campionato. Per le ragazze di Di Zazzo adesso la trasferta di Catania è una pura formalità.

di Rocco Della Corte

VELLETRI - Domenica 21 maggio 2017 è una giornata che rientrerà nella storia dello sport della città di Velletri: con il 7-5 che l'F&D H2O ha rifilato all'Ortigia, la compagine di mister Di Zazzo chiude un campionato da favola (ad ora 15 vittorie, 1 pareggio, 1 sconfitta) ed è matematicamente al primo posto indipendentemente dal'ultima gara di campionato che vedrà le veliterne di scena a Catania contro la Guinnes.

La squadra del presidente Perillo corona un sogno iniziato molti mesi fa e proseguito, domenica dopo domenica, con prestazioni e risultati confortanti. Un cammino perfetto che rimarrà nella storia sportiva della città e che oggi dopo una cavalcata trionfale, con il successo ai danni delle siracusane, ha visto arrendersi anche la matematica. Il team aretuseo scende in vasca concentrato e tutt'altro che svogliato, ma in quanto a motivazioni l'F&D H2O non ha eguali: la voglia di vincere c'è sin dal primo parziale, che si conclude 3-0 con le reti di Rosini, Clementi e Bagaglini. Il risultato netto tuttavia ridesta la squadra ospite, che nella seconda frazione vince di misura grazie alla doppietta di Battaglia e al gol di Cassone. Non bastano Antonacci e Clementi al team di Di Zazzo, che dopo un testa a testa subisce il 2-3 proprio allo scadere del tempo. Terzo parziale ancora più combattuto, Antonacci risponde alla scatenata Battaglia che però sigla la sua quarta marcatura di giornata per il definitivo 1-2. Con un vantaggio, nel punteggio generale, sul filo di lana (solo +1) le veliterne nell'ultimo tempo non concedono nulla e Bagaglini mette a segno il gol della sicurezza che fissa il finale sul 7-5 scacciando via ogni sorta di timore e regalando la quindicesima gioia stagionale al numeroso e caloroso pubblico della piscina "Tortuga". Una vittoria sudata, sofferta, ma tutto sommato meritata. Quanto visto in vasca rispecchia i valori della classifica, ma soprattutto dà la cifra della bravura di un gruppo unito e mai domo, che non si lascia mai prendere dal panico nei momenti di difficoltà ed è sempre in grado di rialzare la testa in partita con lucidità e tecnica. Questo straordinario risultato è frutto di un lavoro lungimirante, ma non finisce qui: i margini di miglioramento sono molti e la società ha di fronte un futuro più che roseo visto il modo in cui ha saputo lavorare negli anni. Intanto, a primato acquisito, questa realtà sportiva merita i complimenti per aver portato in maniera vincente il nome di Velletri in giro per l'Italia. Molto soddisfatto, a fine gara, mister Di Zazzo, che intervistato ha analizzato così l'incontro e la prova delle sue: "Partita non semplice, eravamo molto contratte perchè avevamo tanto da perdere al contrario di loro. In ogni caso siamo sempre state sopra di uno o due gol, non siamo riusciti a chiuderla definitivamente ma è stata una bella partita. Match nervoso - ha ammesso il tecnico dell'F&D H2O - e teso, si poteva tagliare l'aria con il coltello, ma devo ringraziare il pubblico che è stato fantastico. Questa settimana che si prospetta davanti a noi la useremo per lavorare e andremo a Catania senza pressioni, per poi preparare i play off al meglio delle nostre possibilità". Proprio sugli spareggi, Di Zazzo preannuncia uno degli impegni che attendonno la sua squadra: "Probabilmente l'11 giugno andremo a Firenze per una giornata di allenamento con la Florentia, capolista del girone Nord". Sarà un appuntamento importante, ma per ora la testa è alla prossima partita per chiudere in bellezza una stagione da incorniciare.


F&D H2O - ORTIGIA 7-5
F&D H2O: Minopoli, Maggiore, Tomassini, De Marchis, Zenobi, Rosini (1), Antonacci (2), Clementi (2), Passaretta, Ercoli, Turchi, Bagaglini (2), Mordacchini. Allenatore: Danilo Di Zazzo.
ORTIGIA: Ignaccolo, Cassone (1), Gottardi, Schiavone, Prestes, Battaglia (4), Rella, Amato, Comitini, Ayale, Lentinello. Allenatore: Valentina Ayale.
Arbitro: Scillato
Parziali: 3-0 / 2-3 / 1-2 / 1-0.