Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:

domenica 2 aprile 2017

Prognosi riservata per il bimbo caduto nel pozzo, il bollettino medico: "Necessita di supporto vitale avanzato"

Ancora sgomento per la tragedia avvenuta ieri sera, a Velletri, nella zona montuosa di Cigliolo-Marcaccio.

VELLETRI - Un bambino di circa 2 anni, infatti, è caduto accidentalmente in un pozzo pieno d'acqua di una proprietà agricola - nel tardo pomeriggio di sabato 1 aprile - rischiando l'annegamento. Provvidenziale il pronto intervento delle forze dell'ordine e dei Vigili del Fuoco, che hanno tratto in salvo il piccolo con l'aiuto del nonno, il quale si era lanciato a sua volta nel pozzo per tentare di aiutare il nipote.
Del caso hanno già parlato tutte le emittenti nazionali, mentre la dinamica sembra propendere per una tragica casualità. Il bambino avrebbe fatto un volo di circa 8 metri - questa dovrebbe essere la profondità del pozzo - finendo in acqua, e sono state necessarie - come riporta Sky Tg 24 - ben quattro squadre di Vigili del Fuoco - insieme al nonno - a tirarlo fuori. Dopo la corsa disperata al Pronto Soccorso dell'Ospedale "Paolo Colombo" di Velletri, ove è stata fatta una diagnosi di "annegamento e arresto cardiocircolatorio", è stato predisposto il trasferimento al Bambin Gesù di Roma, dove il piccolo è in prognosi riservata e ancora in pericolo. Seguiranno aggiornamenti sulla vicenda, nella speranza che la famiglia possa riabbracciare il bambino dopo questo inaccettabile e spiacevole incidente.