sabato 1 aprile 2017

Lariano, convegno sull’integrazione europea: il Ruolo delle Regioni e dei Comuni dai Trattati di Roma ad oggi

Mercoledì 22 Marzo a Lariano, In occasione dell’avvicinarsi del 25 Marzo ricorrenza dei 60 anni della firma dei Trattati di Roma, e nell’ambito del percorso di approfondimento organizzato dal Consiglio delle Autonomie Locali del Lazio e dalla Gioventù Federalista Europea del Lazio si è svolto il convegno presso l’aula consiliare dal titolo “Integrazione europea: il Ruolo delle Regioni e dei Comuni dai Trattati di Roma ad oggi"

di Alessandro De Angelis 


LARIANO - Alle ore 10.30 in un'aula consiliare gremita di tutte le classi terze medie dell’Achille Campanile è iniziato l’interessante convegno.
Sul tavolo dei relatori: il sindaco di Lariano Maurizio Caliciotti, l’assessore alla pubblica istruzione Maurizio Mattacchioni, Claudio Crocetta vicepresidente del Consiglio Autonomie Locali Lazio, la dottoressa Isabella Pitone dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Lariano, Sofia Fiorellini segretario GFE Lazio, Federico Castigioni responsabile nazionale GFE, dottor Michele Gerace dirigente del Cal Lazio. Ad aprire i lavori l’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Lariano Maurizio Mattacchioni: "Dopo aver organizzato incontri con le scuole per le ricorrenze della Shoah, della Giornata del Ricordo per le vittime delle Foibe, oggi ci troviamo qui sempre con le scuole medie per parlare di Integrazione Europea in occasione dell’avvicinarsi del 60 anniversario della storica firma dei Trattati di Roma. L’inizio ricordiamo di quel processo vide la firma il 25 marzo del 1957 di sei Stati. Furono persone cosi lungimiranti animate dall’idea che solo con l’Unione di Stati non ci sarebbero state più guerre. Da 60 anni non ci sono più guerre e grazie all’integrazione Europea. Strumenti d’integrazione che si sono consolidati prima con il Mercato Comune e poi con il libero accordo cittadini- Stati UE con il passaggio importante del trattato di Maastricht del 1992. Parlare di Unione Europea perché? E’ importante oggi essere qui per ribadire che senza Europa non si andrebbe da nessuna parte. Quando c’è Unione c’è democrazia, eguaglianza. Un sentito grazie a tutto il personale dell’Istituto Comprensivo con in testa il dirigente dott. ssa Isabella Pitone, un grazie alla dott.ssa Isabella Fiorellini e a Claudio Crocetta vicepresidente del Cal che sono stati i promotori dell’incontro”. Ha preso la parola il sindaco di Lariano Maurizio Caliciotti:” Con grande entusiasmo siamo qui oggi a questo importante incontro sull’integrazione europea, promosso dal Cal del Lazio e dai GFe, al quale come amministrazione siamo stati molto entusiasti e orgogliosi di partecipare e ospitare in aula consiliare e con soddisfazione vediamo la sala piena dei nostri alunni delle terze medie. Un grazie agli insegnanti, dirigenti e a tutto il personale dell’Istituto Comprensivo, a Claudio Crocetta vicepresidente del Cal Lazio e un grazie al presidente del Cal Lazio Marini sindaco di Albano Laziale, e ai rappresentanti del GFE.
E’ una ricorrenza questa del 25 Marzo importante. Sessant’anni fa sei stati a Roma firmarono i Trattati di Roma e ora il processo d’integrazione europea e’ arrivato a 27 Stati che rinnoveranno appunto la convenzione proprio il 25 Marzo a Roma. Tutto deve essere basato sul concetto fondamentale che l’integrazione europea è una grande conquista e senza Europa non c’è futuro! Come amministrazione ricordiamo che abbiamo partecipato nel 2014 al bando europeo con le scuole “progetto Cittadini per l’Europa e siamo con orgoglio arrivati 23^ in tutta Europa e questo fu motivo di grande soddisfazione. Con orgoglio infine possiamo sottolineare ancora una volta il grande rapporto tra amministrazione comunale e tutto il personale del mondo della scuola di Lariano, i vari interventi realizzati da questa amministrazione sui vari plessi scolastici on le nostre scuole che sono il vero fiore all’occhiello di tutta la Provincia di Roma”. Il dirigente scolastico dott.ssa Isabella Pitone nel suo intervento ha ringraziato l’amministrazione comunale di Lariano per il costante supporto e la collaborazione e ringraziato gli organizzatori dell’incontro e ha sottolineato che” questi incontri sono molto importanti per la scuola, in quanto rafforzano la funzione educativa. Come scuola siamo convinti europeisti con l’invito ai nostri ragazzi a credere all’Europa e alle sue opportunità. Come scuola e grazie ai fondi comunitari e all’amministrazione abbiamo partecipato e vinto due bandi europei per l’accesso alla rete per tutti e dotato le classi di lavagne multimediali cambiando la didattica. Inoltre sempre insieme all’amministrazione comunale, nell’ambito del gemellaggio con Sausset Les Pins si sono avuti contatti costanti dei ragazzi delle scuole secondarie con una scuola di Sausset Les Pins, gli alunni comunicano a distanza e questo è importante per accorciare le distanze”. A proposito dei rapporti con Sausset Les Pins proprio l’assessore Maurizio Mattacchioni con orgoglio ha sottolineato che in questa prospettiva è intenzione e nei progetti dell’amministrazione anche la possibilità tramite l’istituzione di un apposito bando pubblico e la destinazione di un fondo di 5000 euro per di organizzare un incontro- viaggio a Sausset Les Pins per 20- 30 alunni di Lariano”. La sign. Sofia Fiorellini segretario della GFe ha spiegato il ruolo della Gioventù Federalista Europea e sottolineato che” celebriamo questi 60 anni dalla firma dei trattati di Roma chiedendo più Europa, il processo d’integrazione europea non si è completato. L’idea base della nostra associazione è quella di creare una Europa Federale”. E’ stato proiettato un video ai ragazzi sul processo d’integrazione europea e sui problemi attuali e sugli obiettivi futuri . Dopo l’intervento di Federico Castiglioni che ha parlato di integrazione europea con il passaggio dalla Comunità Economica Europea all’Ue, la parola è passata a Claudio Crocetta vicepresidente del Cal Lazio. “Un grazie al sindaco Maurizio Caliciotti e all’assessore Maurizio Mattacchioni- ha affermato Crocetta- per aver appoggiato questa nostra iniziativa che come Cal Lazio ha toccato i vari comuni per parlare d’integrazione europea.
Un grazie a tutto il personale della scuola con in testa la dirigente dott. ssa Isabella Pitone, e ai rappresentanti della GFE. Si è creata una sinergia di istituzioni importante per trattare una tematica come questa di alto rilievo come l’integrazione europea. Il 25 marzo del 1957 ci fu la firma dei Trattati di Roma con sei Stati. Ad oggi con il processo di allargamento che vede ora 27 Stati, i cittadini chiedono all’Unione Europea delle risposte su tematiche importanti. Se l’Unione Europea cambierà passo su alcune questioni sarà importante per il nostro futuro. Rivolgendomi ai ragazzi vorrei sempre esortarli a continuare nello studio e a prendere un diploma e una laurea affinchè poi possano avere maggiori opportunità lavorative. Proprio uno degli obiettivi dell’Unione Europea aumentare il tasso d’istruzione e ridurre la percentuale di abbandono degli studi degli studenti, per creare migliori prospettive future per i nostri ragazzi”. Ha chiuso il convegno il dottor Michele Gerace del Cal Lazio che rivolgendosi ai ragazzi con degli esempi concreti li ha coinvolti sottolineando l’importanza dell’integrazione europea in un ottica di progetti volti sempre ad unir
e.