menù



Sponsor


giovedì 27 aprile 2017

Landi in Scena, debutto tra gli applausi al Teatro Artemisio GMV per "Se questo è un cavaliere"

Landi in Scena S.P.A. ha debuttato al Teatro Artemisio "Gianmaria Volontè" con lo spettacolo "Se questo è un cavaliere". Due repliche mattutine per gli studenti del Liceo Scientifico e rappresentazione serale per genitori e cittadini.

di Rocco Della Corte

VELLETRI - Quest'anno lo storico laboratorio teatrale si è evoluto e rientra nelle attività dell'Alternanza Scuola/Lavoro. Pur avendo un impianto organizzativo diverso, tuttavia, il lavoro svolto dai ragazzi che hanno partecipato all'Impresa Formativa Simulata è stato di qualità e in linea con lo spirito del Liceo veliterno. 
L'idea alla base del copione è stata quella di ricordare, quattrocento anni dopo, Miguel De Cervantes e William Shakespeare. La ricorrenza della loro morte e la comunanza di alcune tematiche, come quella cavalleresca appunto, sono state il motore per la stesura del copione, iniziata nel mese di novembre e proseguita con incontri bisettimanali fino a Natale. La docente referente del progetto, professoressa Rosalia Di Nardo, dando il benvenuto ai numerosi presenti che hanno riempito platea e galleria del Teatro, ha spiegato la difficoltà e la diversa natura del progetto rispetto alle precedenti esperienze, anche se i ragazzi hanno dato il meglio di sé. Lo spettacolo, un atto unico della durata di circa quarantacinque minuti, si è svolto sul doppio binario delle opere di riferimento: il Don Chisciotte e Le allegre comari di Windsor. Così i personaggi di De Cervantes e Shakespeare si sono divisi equamente la scena, incontrandosi soltanto nel finale, in un duello che ha rappresentato il momento culminante di una commedia che aveva il doppio intento di far ridere e far riflettere, come precisato all'apertura del sipario.
Lo scioglimento, surreale e inatteso, della vicenda ha chiarito come le ardue imprese del cavaliere senza macchia e senza paura che combatte contro i mulini a vento e quelle dell'incallito seduttore che scrive due lettere identiche a due gentildonne fossero in realtà speculari. Nel dialogo finale, molto suggestivo anche a livello coreografico, ambientato nel bosco di Windsor in notturna, i due personaggi si riconoscono, si identificano e si completano, prima dell'irriverente entrata in scena di una dottoressa che richiama tutti all'ordine e riprende in mano le redini della situazione. Ecco allora che l'ipotetico "se" del titolo viene spiegato al pubblico, che non può che ripercorrere all'indietro la vicenda rileggendola in un'ottica totalmente differente. Degna di nota la performance dei cantanti, dei musicisti e dei ballerini, che in una sapiente ed equilibrata alternanza con la recitazione hanno impreziosito il tutto. Al termine dello spettacolo la professoressa Di Nardo ha ringraziato gli sponsor, i sostenitori, i genitori e ha dato la parola al regista, Roberto Della Casa, al direttore della parte musicale Giuliano Cavaliere, e agli altri docenti tutor professoressa Silvia De Bortoli e professor Angelo Mastroianni. Della Casa, regista del Teatro Vittoria che insieme all'Accademia di Santa Cecilia ha seguito come tutor esterno il progetto, si è detto commosso di come i ragazzi abbiano risposto: "Quando il Teatro entra nelle scuole è sempre bello, ma tutti i partecipanti sono stati fantastici e sono sicuro che questa esperienza rimarrà dentro di loro per tanto tempo". Sulla stessa lunghezza d'onda il dirigente scolastico, professor Roberto Toro, che ha sottolineato come la sinergia tra le varie componenti abbia portato ad un risultato di qualità che coincide anche con una crescita personale dei ragazzi.
L'assessore Giulia Ciafrei ha invece portato il saluto dell'amministrazione comunale, dichiarando il proprio apprezzamento nei confronti dello spettacolo: "L'Alternanza Scuola/Lavoro se ben fatta può portare a ottime cose - ha affermato - e queste esperienze sono straordinarie perché arricchiscono il bagaglio culturale e delle competenze di ognuno". Nel foyer del Teatro erano esposti alcuni disegni fatti dagli studenti, dedicati alla memoria di Aurora Guglielmotti, studentessa scomparsa la scorsa estate: la professoressa Nicoletta Battaggia ha voluto omaggiare la giovane invitando tutti i presenti a soffermarsi nel guardare i disegni. Gli applausi dei presenti che hanno gradito la recitazione e l'opera inscenata hanno chiuso la serata. Incassato il successo "casalingo" a Velletri, però, la compagnia dell'Impresa Formativa Simulata Landi in Scena S.P.A. è ora proiettata verso le finali internazionali del Festival Mondiale di Creatività nella Scuola in programma a Sanremo dal 4 al 7 maggio. Lì gli studenti dello Scientifico concorreranno sia per la sezione teatrale che per quella musicale. Ai ragazzi tutti, dai drammaturghi agli attori, vanno i complimenti per quanto fatto vedere sul palco dell'Artemisio, mentre per non dimenticare nessuno la nostra Redazione desidera citare uno per uno i partecipanti al progetto, rinnovando i propri complimenti. In bocca al lupo per Sanremo!

Landi in Scena SPA
"Se questo è un cavaliere"
Regia di Roberto Della Casa
Direzione Musicale di Giuliano Cavaliere
In collaborazione con Teatro Vittoria e Accademia di Santa Cecilia
Con il patrocinio di Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri, Banca Popolare del Lazio e Copy Sistem Grafica.

Docente referente: Rosalia Di Nardo
Tutor: Silvia De Bortoli, Angelo Mastroianni

Personaggi e interpreti:
Don Chisciotte: Andrea Di Francescantonio
Falstaff: Leonardo Piacente
Dulcinea del Toboso: Erika Belinda Baldari
Sancio Panza: Lorenzo Mariani
Mister Page: Lorenzo Lunadei
Miss Page: Francesca Battista
Miss Ford: Camilla Trivelloni
Mister Ford: Matteo Mariani
Pistol: Lorenzo Bigi
Bardolfo: Alessandro Lunadei
Quickly: Giorgia Leandri
Oste: Daniele Pedrazzoli
Donna I: Elisa Caponera
Donna II: Alessandra Bizzoni
Nipote: Solange Rinaldi
Donna Rosvita: Elisa Sambucci
Suora: Beatrice Latini
Governante: Eleonora Giardi

In collaborazione con: Stefania Ciarla (docente referente Alternanza Scuola Lavoro) e Marilena Ciarcia (docente di economia per l'Impresa Formativa Simulata).

Musicisti: Leonardo Cantalini, Matteo Gasbarra, Massimo Ioffreda, Lorenzo Micarelli, Elisa Picca, Lorenzo Santoni.

Cantanti: Elena Ermacora, Cecilia Mordacchini, Benedetta Nardini, Consuelo Sbaffoni, Elisa Tammaro.

Danza e coreografia: Bianca Alberto, Elena Blanda, Giulia Iaquinto, Riho Kakinohana, Eleonora Micarelli, Erica Muscedere, Cinzia Palma, Marina Pezza.

Scenografie e costumi. Irene Cellucci, Eleonora De Marchis, Sara Di Luzio, Erica Iannuzzi, Simone Ficociello, Lauren McKnight, Elisa Sciotti, Arianna Sellaroli, Francesca Sugamele.

Aiuto alla Regia: Lorenzo De Rossi, Arianna Iannaccone, Lorenzo Lunadei.

Drammaturghi: Erika Belinda Baldari, Lucia Bartoli, Enrica Busco, Alice Celani, Simone Nicosanti, Lorenzo De Rossi, Leonardo Deodati, Marco Felici, Giorgio Sambucci, Alessandro Ricco, Francesco Rubini, Giammarco Muscendere, Lorenzo Lunadei, Arianna Iannaccone.

GALLERIA FOTOGRAFICA
a cura di Rocco Della Corte









































Rosalia Di Nardo


I ringraziamenti della professoressa Rosalia Di Nardo


L'intervento del preside professor Roberto Toro


Il regista Roberto Della Casa

Il regista Roberto Della Casa

L'intervento della professoressa Nicoletta Battaggia


L'intervento della professoressa Silvia De Bortoli


L'intervento del professor Angelo Mastroianni

Il saluto dell'assessore Giulia Ciafrei