venerdì 14 aprile 2017

Commissioni consiliari, durissimo attacco di Di Luzio (FDI): "Assenze croniche della maggioranza"

Ancora una volta sono saltate le commissione consiliare al Comune di Velletri per mancanza del numero legale, per le assenze croniche e costanti degli esponenti della maggioranza di centro-sinistra, soprattutto del Partito Democratico. 

Comunicato stampa a firma Dario Di Luzio 


VELLETRI - Solo in questa settimana lunedì non si è fatta la prima commissione, martedì 11 aprile è invece saltata la terza commissione mentre mercoledì nulla di fatto pure per la seconda commissione. Questo si ripete ormai da mesi, con un comportamento irrispettoso dei Consiglieri Comunali assenti, sempre quelli di maggioranza.
Molto importanti gli argomenti in discussione che sono stati posticipati ad altra data, per i servizi sociali per esempio c’era il regolamento sul servizio di protezione e tutela dei minori, il regolamento per l’istituzione e la formazione dell’albo di soggetti qualificati alla gestione di strutture residenziali per minori e/o madri con bambini e l’integrazione del regolamento servizio pubblico non di linea Taxi. Temi altrettanto importanti per seconda commissione con il contrasto al fenomeno dell’abusivismo edilizio, l’istituzione dell’indennità per danno da occupazione degli immobili abusivi acquisiti al patrimonio comunale ed indirizzi per l’applicazione, oltre questioni sul regolamento di applicazione delle norme sulla repressione degli abusi con criteri di calcolo delle sanzioni amministrative, le varianti al piano comunale di locazione impianti di telefonia mobile, oltre al discussione relativa al regolamento del ’29 o il regolamento dei diritti edificatori. Sono altresì saltati i lavori consiliari sulla convenzione tra Comune di Velletri e l’Accademia delle Belle Arti di Roma per l’utilizzo dei locali della Casa delle Culture e delle Musiche o l’esame delle procedure di costituzione del Consorzio di via dei Corsi. Tutti argomenti che non potranno andare in Consiglio Comunale ed essere votati e quindi diventare esecutivi, prima appunto della discussione nell’apposita commissione come da regolamento e statuto. Durissimo il Consigliere Comunale Dario Di Luzio, capogruppo di FdI, sempre presente come gli altri esponenti del suo partito. “Assurdo e inqualificabile dal punto di vista politico l’atteggiamento del Partito Democratico di Velletri – precisa proprio Di Luzio – ed irrispettoso dal punto di vista personale, sono mesi che non partecipano con costanza e puntualità ai lavori delle commissioni consiliare permanenti, che ricordiamo sono tre per il nostro Comune, la prima che argomenta tutto quello legato al bilancio, al commercio ed allo sviluppo economico, la seconda per lavori pubblici e urbanistica, la terza sociale, cultura, turismo e sport. La città di Velletri ha molteplici questioni aperte, problematiche rilevanti da risolvere e soprattutto c’è bisogno di lavorare concretamente e programmare interventi seri sulle difficoltà concrete che stanno mettendo in ginocchio ogni realtà sociale, economica e produttiva. Basta vedere i verbali delle commissioni stesse – aggiunge il Consigliere Comunale Dario Di Luzio – dove si evince che l’opposizione e soprattutto il nostro gruppo è sempre presente e se ci fosse la maggioranza sarebbe garantito il numero legate, mancano invece in modo costante e irrispettoso proprio gli esponenti del centro-sinistra, in primis quelli del Partito Democratico. Questo assurdo comportamento, oltre che bloccare i lavori consiliari, ora nell’ordine del giorno di sono oltre 50 punti da discutere e votare, crea anche un enorme danno economico per l’ente, con un concreto dispendio di soldi pubblici con risorse dei contribuenti buttati al vento, oltre che lavoro per gli uffici nella preparazione dei documenti da portare in commissione, le varie convocazioni ed invii, oltre alla presenza in aula di dirigenti, funzionari, verbalizzanti e degli assessori. Tutti in quel momento pagati con i soldi dei cittadini, che rimangono in attesa senza poter svolgere l’importate lavoro di confronto e dibattito che compete alle varie commissioni. Senza dimenticare che – prosegue l’attivo Consigliere Di Luzio –, per questioni simili di numeri ridotti e assenze sempre da parte della maggioranza di centro-sinistra, il Consiglio Comunale di Velletri è da mesi convocato in prima, con conseguente mancanza del numero legate, ed in seconda convocazione, dove invece si abbassa la soglia delle presenze. Un’altra vergogna, tutta targata PD e centro-sinistra. La millenaria città di Velletri merita altro, se il Consiglieri Comunali di maggioranza non hanno più voglia, volontà e non si sentono di partecipare attivamente ai lavori e provare a trovare le soluzioni per migliorare la città, per risolvere i tantissimi problemi, per dare un segnale positivo come dovrebbe essere e fare un amministratori pubblico, è meglio ridare subito la parola ai cittadini. Si torni al voto. Mentre la bellissima e millenaria città di Velletri è praticamente ferma in tutti i settori – conclude il Consigliere Comunale Dario Di Luzio –,con chiusure costanti di negozi e attività produttive, problematiche concrete nei servizi sociali o nel comparto sportivo, zero turismo, zero promozione del territorio, tassazione locale al massimo e tanto altro di negativo purtroppo, costoro eletti per rappresentare i cittadini e la città tutta pensano ad altro, addirittura non partecipano ai lavori. Vergogna. Vergogna. Vergogna”.