Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




venerdì 10 marzo 2017

Una grande festa partecipata per l’inaugurazione della mostra permanente a Borgo Garibaldi

Grande partecipazione e coinvolgimento dei partecipanti alla presentazione della mostra permanente di opere realizzate da artisti disabili che frequentano i centri di riabilitazione di tutto il territorio della ASL ROMA 6. 

di Giovanni Venditti


ALBANO - Si tratta di una iniziativa decisa personalmente dal Direttore Generale, dott. Narciso Mostarda che ha svolto per numerosi anni l’attività di psichiatra. I frequentatori dei Centri di tutto il territorio della ASL RM6 con i loro accompagnatori hanno partecipato attivamente all’evento e molti di loro sono intervenuti al microfono per esprimere la loro soddisfazione.
Da uno stralcio dell’intervento di Antonella: “L’arte pittorica e poetica mi ha salvata dalla pazzia. Oggi mi ritengo un’artista un po’ matta e ne sono consapevole…Creare è come intravedere un viaggio interiore che segna, segnerà e testimonierà l’esistenza della vita stessa. Si muore e si rinasce innumerevoli volte per scalare la montagna della conoscenza attraverso l’esperienza…e ogni volta si ri-nasce…”.
Si dichiara soddisfatta dei risultati ottenuti la dott.ssa fisioterapista Maria Rita Molinari, per l’ampia partecipazione e rimarca il bisogno di un contatto diretto con i dirigenti delle istituzioni da parte delle persone che hanno difficoltà. In queste situazioni, le persone si sentono apprezzate e valorizzate. “C’è stata grande emozione, – conclude la Molinari – e soddisfazione, ringrazio, inoltre, tutti gli operatori che hanno collaborato con entusiasmo”. Ma, anche due amministratori comunali, il sindaco di Ariccia Roberto Di Felice e l’assessore Mauro Ansovini del Comune di Monte Compatri hanno manifestato grande apprezzamento ed emozione. Il Direttore Generale, dott. Narciso Mostarda, da esperto del settore, ha ripercorso le fasi di evoluzione della cura della malattia mentale impegnandosi con i pazienti e con i loro familiari a riproporre periodici incontri per fare costantemente il punto della situazione.