Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




mercoledì 8 marzo 2017

Sicurezza, Greci lancia il progetto "Velletri città sicura" nel sabato del Teatro Artemisio

E' nel cuore del centro storico veliterno, nelle mura del Teatro Artemisio, che è proseguito nel pomeriggio di sabato 4 marzo il lungo tour programmatico che porterà Giorgio Greci a concretizzare la già annunciata candidatura a Sindaco di Velletri per le Amministrative del 2018. 


VELLETRI - Di pregio gli interlocutori che il candidato sindaco veliterno si è scelto per andare a fondo dell'argomento. A dare il via agli interventi la presentatrice Tiziana Mammucari, che ha presentato i convenuti e dato la parola proprio al noto cardiologo veliterno.
Il progetto 'Velletri Città Sicura' e la possibilità di predisporre un apposito Assessorato alla Sicurezza sono stati due dei concetti resi pubblici da Greci. "La sicurezza non ha colore politico, è un diritto inalienabile di tutti - ha premesso - perché solo vivendo nella tranquillità si potrà dire di essere veramente liberi. Fare in modo che venga garantita sarà allora uno dei perni della mia campagna elettorale ed è per questo che sto lavorando al progetto Velletri Città Sicura, dedicato alla tutela del territorio attraverso metodi e strumenti ben precisi, a partire da un sistema di videosorveglianza collegato con la centrale operativa degli istituti di vigilanza privata, atto a prevenire e scoraggiare attività delittuose o vandaliche. In qualità di presidente dell'associazione Officina Valori e Progetti ho già avviato l'iter amministrativo affinché si possa ospitare un servizio di vigilanza privata totalmente gratuito e siamo già a buon punto affinché in alcuni giorni, e penso soprattutto al sabato, tale servizio venga messo a disposizione dei commercianti e dei cittadini che vogliano passeggiare liberamente e in sicurezza". "Il concetto di sicurezza - ha aggiunto - è certamente vasto e nell'affrontarlo non si può non pensare alla sicurezza nelle scuole o alla sicurezza stradale, che costituiranno il fulcro di altri incontri tematici, finalizzati alla costruzione di un impianto programmatico che si fonderà sull'apporto di chiunque vorrà fornire spunti di interesse adeguati, tali da poter arricchire il programma ed impreziosirlo. Propongo una puntuale Relazione Semestrale sulla Sicurezza cittadina, attraverso la quale il Sindaco e l'Assessorato alla Sicurezza dovranno relazionare semestralmente al Consiglio comunale quanto fatto dall'Amministrazione in termini di sicurezza.
Potenziare il servizio di Polizia amministrativa all'interno del Comando della Polizia Locale - ha quindi concluso Giorgio Greci - servirà al controllo della destinazione urbanistica degli immobili locati a terzi, perchè ritengo inammissibile che dei garage vengano dati in affitto per farci dormire dentro 8 persone". Contrasto agli abusivi, controllo dei flussi migratori, maggiore sicurezza stradale e un nuovo Commissariato di Polizia sono stati altri dei punti toccati dal candidato sindaco, che ha poi ceduto la parola a Romeo Pace, che ha affrontato il tema della sicurezza privata sul fronte degli istituti di vigilanza ed investigazione, rimarcando l'importanza di assicurare la vigilanza preventiva, anche coi servizi ispettivi. Di respiro internazionale l'intervento di Fabrizio Luciolli, presidente internazionale dell’A.T.A. e membro del Comitato Atlantico Italiano, che, come lui stesso ha spiegato, è inserito in una rete con altri 37 Paesi, riuniti proprio sotto l'egida dell'Atlantic Treaty Association. "Il concetto di sicurezza è notevolmente cambiato - ha premesso - e se una volta la figura del poliziotto o del carabiniere bastava da sola a ristabilire l'ordine ora la sicurezza è divenuta qualcosa di molto più fluido e confuso. Nessun Paese, da solo, è in grado di affrontare tutte le sfaccettature del concetto di sicurezza e delle minacce che riceve, e anche l'Italia può difendere i suoi interessi nazionali solo attraverso la partecipazione in organizzazioni internazionali, nelle quali, pur tuttavia, non incide come dovrebbe". Applausi per Cesario Bortone, coordinatore nazionale Consap, che la realtà veliterna ben conosce per essere stato impegnato in passato nella vicina Albano: "Ringrazio Giorgio Greci - ha premesso - perchè ha dimostrato avvedutezza nel portare in discussione un problema importantissimo, come quello della sicurezza nella sua città". “Trovo indecoroso e vergognoso - ha aggiunto - che il Commissariato di Polizia di Velletri non abbia ancora i minimi requisiti di sicurezza, trovandosi all'interno di un palazzo ordinario, con al piano terra addirittura un negozio di cinesi, in cui chiunque potrebbe entrare, depositare una valigetta ed andare via". Ha poi preso la parola Gianni Tonelli, segretario nazionale del Sindacato Autonomo di Polizia (SAP): “Spesso – ha dichiarato - ci si limita a lavorare sulla sicurezza percepita, a discapito di quella reale, e lo si fa dimenticando che l'imperativo è quello di dover prima mettere in sicurezza e poi, solo allora, far sentire in sicurezza i cittadini, come un medico che ti deve si far vivere bene, ma ti deve innanzitutto far star bene
".