menù



Sponsor



mercoledì 15 marzo 2017

Pareggio nel big-match tra le prime due della classe del girone SUD di A2 femminile

Termina la scia di vittorie di F&D Fortitudo Domuspinsa ma non finisce l’imbattibilita della squadra castellana che riesce nell'impresa di strappare almeno un punto nella complicatissima vasca di Siracusa. 


SIRACUSA - 5-5 il risultato finale nel big match tra la prima e seconda del girone SUD di A2, che non determina sostanzialmente nessun cambiamento in testa alla classifica, dove le ragazze di mister Di Zazzo continuano a guardare tutte dall'alto quando manca ormai una sola giornata al termine del girone di andata.
"Oggi è giusto guardare il bicchiere mezzo pieno. Nessuno è riuscito a fare punti qui fino ad oggi e invece noi siamo riusciti nell'intento di portare a casa almeno un prezioso pareggio che ci consente di tenere immutato il nostro distacco sulla stessa Ortigia e che, probabilmente, ci darà la testa della classifica anche al termine del prossimo e ultimo turno del girone d'andata", è il pensiero del tecnico del Velletri a fine gara che continua complimentandosi con le sue ragazze: "la vasca all'aperto è sempre difficile da gestire per chi non è abituato a giocarci. Abbiamo subito l'impatto nei primi due parziali male ragazze sono state brave a mantenere la calma e a recuperare il divario a 2' dal termine. In realtà, abbiamo avuto anche l’opportunità di vincerla questa partita sull’ultima situazione di superiorità che ci è stata concessa ma la palla scottava e non l'abbiamo buttata dentro. Nonostante questo il risultato è positivo anche perché abbiamo dimostrato ancora una volta di avere sette vite e che la nostra difesa è sempre la nostra arma in più. Continuiamo su questa strada e sicuramente continueremmo ad inanellare punti preziosi". Come detto la gara è terminata sul 5-5 e l’Ortigia l’ha sempre condotta, spesso in situazione di doppio vantaggio il quale ha messo non poco sotto pressione la tenuta mentale della squadra laziale. Ed è su questo aspetto che bisogna rimarcare per determinare la buona prestazione delle ragazze di Di Zazzo che, forse, in altre occasioni, si sarebbero lasciate abbattere. Al contrario oggi hanno lottato con caparbietà dimostrando di meritare di essere le prime della classe anche in una vasca difficile e al cospetto di un avversario che si è dimostrato solido e, anche esso, meritevole della posizione che occupa. Primo doppio vantaggio Ortigia con le reti di Rella e Battaglia. Quest’ultima è stata come ci si attendeva una delle protagoniste della gara riuscendo a mettere a segno ben 3 delle 5 segnature della sua squadra. Non le è stata da meno la sempre promettente Clementi che ha prontamente dimezzato lo svantaggio. Nuovo +2 Ortigia ancora firmato Battaglia e -1 di Sathitanon in superiorità al quale è seguito il 4-2 di Avola cha ha portato le squadre al riposo lungo. Bagaglini ha ridato fiato alle compagne realizzando a suo modo il 4-3 a inizio terzo quarto al quale sono seguite diverse azioni dove entrambe le squadre hanno pensato più a difendersi che ad offendersi. Non è un caso infatti che la gara sia terminata con un numero esiguo di reti a dimostrazione del fatto che le vittorie e i successi si costruiscono soprattutto in questa fase di gioco. Il Velletri continua a mantenere la leadership della speciale classifica di miglior difesa del torneo e, a testimonianza di quanto detto, lo fa di pari passo con il fatto di non aver ancora mai perso e con la provvisoria testa della classifica dall’inizio del campionato ad oggi. Tornando alla cronaca l’Ortigia ha rotto nuovamente gli equilibri a poco meno di 1’ dal termine del terzo parziale, neanche a dirlo, con la terza rete personale di Battaglia. E, neanche a dirlo, Clementi in poco meno di 20” ha ristabilito il -1. 5-4 dunque in favore delle padroni di casa alla ripresa del gioco per l’ultimo e decisivo quarto parziale. Il primo attacco bianco verde in superiorità si è infranto contro la forte difesa laziale. Al contrario, la superiorità in favore delle ospiti si è conclusa con la rete della fresca azzurrina De Marchis che con un bolide dei suoi ha finalmente completato la rimonta delle sue. A quel punto le ospiti hanno preso ancora più coraggio e hanno pensato di poter bissare il successo in rimonta della scorsa domenica contro il 3T. Purtroppo però questa volta il colpaccio non è arrivato in quanto l’ultima superiorità in favore della F&D a 1’ esatto dal termine, si è conclusa con un nulla di fatto che ha sancito il definitivo 5-5. Velletri che con questo pareggi abbandona dunque il sogno di poter fare un en-plein di vittorie nel girone di andata ma che continua nella sua marcia ad oggi inarrestabile, mettendo un’altro punto in classifica che le consente di mantenere a 3 lunghezze di distanza le stesse ragazze dell’Ortigia che domenica prossima andranno a far visita alla Vela Ancona attuale terza forza del campionato. Per la Fortitudo invece una gara sulla carta abbordabile contro la Guinnes Catania da giocare nell’impianto casalingo del Tortuga che le potrebbe consentire di raggiungere la ragguardevole cifra di 25 punti al termine dell’andata che sarebbe un punteggio davvero eclatante per chi, ad inizio stagione, è partito con obiettivi molto meno importanti. Ma si sa, l’appetito vien mangiando e nel piatto inizia a intravedersi qualcosa di importante, perché non farci un pensierino?


CC Ortigia - F&D Fortitudo DOMUS PINSA 5-5 Parziali: 1-0, 3-2, 1-2, 0-1 CC Ortigia: Ignaccolo, Cassone, Gottardi, Schiavone, Prestes, Battaglia 3, Rella 1, Amato, Comitini, Avola 1, Natale, Lentinello. All. Ayale. F&D Fortitudo Domus Pinsa: Minopoli, Sathitanon 1, De Marchis 1, Zenobi, Rosini, Antonacci, Clementi 2, Passaretta, Ercoli, Turchi, Bagaglini 1, Mordacchini. All. Di Zazzo. Arbitro: Puglisi Sequenza reti: 2-0, 2-1, 3-1, 3-2, 4-2, 4-3, 5-3, 5-5