menù



Sponsor

sabato 11 febbraio 2017

Una travolgente Veronica Pivetti a Velletri per presentare "Mai all'altezza" alla Mondadori

Continua la ricca programmazione della Libreria Mondadori Bookstore di Velletri, che ha fatto di nuovo il pieno con l'illustre attrice di fiction, cinema e teatro Veronica Pivetti, approdata al suo secondo libro.

di Rocco Della Corte

Veronica Pivetti ed Ezio Tamilia
VELLETRI - Un punto di arrivo e un grande sospiro di sollievo, così come l'autrice ha definito questa esperienza editoriale: "Mai all'altezza", un manuale in cui viene spiegato in maniera brillante come sentirsi inadeguati e felici allo stesso tempo, è un libro destinato a far parlare di sé. 

Non solo per le tematiche fortemente attuali e coinvolgenti, ma anche per lo stile utilizzato tra le pagine, che rispecchia in pieno quello dell'autrice. Veronica Pivetti, nel venerdì pomeriggio letterario, è arrivata alla Mondadori di Velletri dove si è mostrata al pubblico con tutta la sua carica di spontaneità, sincerità e autoironia. Una chiacchierata confidenziale, impreziosita dalle domande e dagli spunti di riflessioni del sempre puntuale giornalista Ezio Tamilia, che ha dato ai presenti la cifra di quanto la nota attrice sia una donna trasparente e "alla mano". "La prof è un personaggio che mi somiglia molto - ha dichiarato la Pivetti, proveniente proprio dal set per le riprese della settima serie - ma so bene che il mio mestiere si basa molto sulla finzione, mentre con l'esperienza scrittoria sento di essere di più me stessa perché ci metto la massima sincerità".
Il folto pubblico e il dialogo tra Ezio Tamilia e la Pivetti

Piccoli traumi insoluti, che restano per tutta la vita e si accrescono nell'interiorità della persona, ansie da prestazione, alcuni tratti anche molto fisici fanno di questo libro - edito da Mondadori - una piccola biografia che parte dalla catastrofe. E' infatti l'incendio della propria abitazione, realmente vissuto da Veronica Pivetti tre anni fa, il punto di partenza della narrazione: restare privi della propria casa, andata in fumo, significa disperarsi ma anche liberarsi di tante zavorre e slacciarsi dal concetto di 'possesso'. Salvati i due cani e il cellulare, la prof Baudino - così come è nota al pubblico del piccolo schermo - ha dovuto ricominciare ed ha rievocato nel percorso che si snoda nel suo libro tante esperienze, dall'infanzia, al rapporto con i genitori, toccando anche lati strettamente personali come l'amicizia o l'amore. La spontaneità e la simpatia della Pivetti, che ha ringraziato i tanti partecipanti sottolineando come sia proprio il contatto con il pubblico a darle la forza di superare le proprie insicurezze, è sfociata in una confessione discreta e sincera di tutti i lati umani di un'attrice consapevole di essere molto fortunata ma allo stesso tempo ben lontana dal voler salire su un piedistallo e comportarsi da vip. 
La firma degli autografi
"Sono logorroica - ha dichiarato dopo aver parlato a lungo e fittamente - ma ve ne sarete accorti. Ho avuto tanta fortuna, tanti problemi, in fondo questo libro può rispecchiare ognuno di voi perché c'è dentro un po' tutto, a cominciare dal bisogno d'amore. Poi, naturalmente, alcune cose sono più personali: io sono tarda - ha detto scherzando - ho sempre dieci anni di ritardo rispetto agli standard abituali". L'autoironia è carattere fondamentale della Pivetti, come sottolineato da lei stessa in risposta ad una domanda di Tamilia: sapersi prendere in giro serve a vivere meglio, essere più veri, non vergognarsi di dire determinate cose. Simpatica e vivace, l'attrice ha accennato anche alla sua esperienza nel Sanremo '98, tanto per legarsi all'attualità, e ha lasciato un messaggio importante dialogando con il pubblico in modo schietto e confidenziale. 
Il direttore Rocco Della Corte e Veronica Pivetti
"Ricordatevi dell'eccezionalità e dell'unicità della vita di ognuno di voi", ha infatti concluso l'autrice, lanciando un monito che rispecchia una personalità poliedrica, esplosiva, fatta di fulminea simpatia ma anche di profondità. A margine dell'evento Veronica Pivetti non si è sottratta ad autografi e foto di rito, dedicando qualche minuto ad ognuno dei numerosi fans accorsi. Un'iniziativa di spessore che ha riportato un grande successo di pubblico, ma la programmazione della Mondadori continuerà a stupire e il prossimo appuntamento è già all'orizzonte: venerdì prossimo, infatti, sarà a Velletri Giovanni Floris, noto conduttore tv, giornalista e ideatore di "Ballarò". L'appuntamento, stavolta, sarà al Liceo Scientifico "Landi" visto che tra i progetti della libreria veliterna c'è proprio quello di coinvolgere il mondo scolastico e studentesco.