giovedì 23 febbraio 2017

Un argento che profuma di oro agli Europei per Noemi Nicosanti

Un nuovo importante risultato si aggiunge al curriculum della giovane atleta veliterna di karate Noemi Nicosanti. 


VELLETRI - A Sofia, in Bulgaria, si è disputato dal 17 al 19 febbraio il campionato europeo e Noemi Nicosanti, convocata in Nazionale, ha rappresentato nuovamente l’Italia in questa splendida kermesse sportiva internazionale.
Dopo circa 10 giorni di raduno blindato nel Centro Olimpico della Cecchignola a Roma, la trasferta verso Sofia è iniziata con l’invito dell’Ambasciatore italiano che ha voluto incontrare una delegazione della nazionale italiana. Sabato 18 febbraio sugli 8 tatami allestiti sontuosamente per l’occasione sono andate in scena le prestazioni delle numerose squadre di kata selezionate dalle diverse nazioni europee. Noemi Nicosanti, capitano della squadra juniores insieme alle sue compagne ha conquistato la finale superando tutti i turni con il risultato di 5-0, gareggiando come teste di serie in virtù dell’argento conquistato nell’edizione dello scorso anno. La finale con la nazionale spagnola si è conclusa con un verdetto che ha visto trionfare la Spagna con una sola bandierina di differenza, nonostante due errori evidenti compiuti dalle atlete spagnole.
Un argento prezioso come l’oro se si considera che la stessa federazione mondiale, la WKF, ha inoltrato un messaggio agli affiliati invitandoli a riflettere criticamente sul responso arbitrale espresso in questa occasione. “Testa e cuore” è stato il motto di questa squadra che vede uscire la Nicosanti da capitano per passare alla categoria successiva. Profonda e meditata la riflessione condivisa dall’atleta del Toukon che ha sottolineato l’energia, la passione, il giocare tutto per tutto per un obiettivo grande, per una irresistibile passione. Un momento di bilanci ed aspettative nella prospettiva di un lavoro che sarà sempre all’insegna della forza e della determinazione con un obiettivo in più: le Olimpiadi di Tokyo 2020 che vedranno il karate protagonista in tutta la sua estrema forza, energia e fascino. Un’esperienza che aggiunge un altro sigillo forte nella formazione di questa atleta che in 3 anni di allenamento intenso ha raggiunto le più alte vette grazie ai suoi allenatori il Maestro Nicosanti per il Toukon la società in cui nasce e cresce l’atleta, la
Maestra Cinzia Colaiacomo e la Maestra Roberta Sodero che nelle Fiamme Oro della Polizia di Stato approfondiscono in maniera sublime la sua formazione. E poi, non ultimi, gli allenatori della Nazionale, dalla Maestra Tiziana Costa al Maestro Lucio Maurino che hanno visto in lei e nelle altre atlete queste grandi potenzialità. Entusiasto doppiamente il maestro Nicosanti, direttore tecnico del Toukon e padre dell’atleta, per questo importante risultato anche se critico come buona parte della platea di tecnici esperti rispetto al verdetto finale. Ad maiora!