sabato 18 febbraio 2017

Serie A2 femminile, parola a mister Di Zazzo: "Andiamo a Napoli per giocarcela"

Mister Danilo Di Zazzo, allenatore della serie A2 di pallanuoto femminile F&D H2O, ha parlato della partita di domenica con lo Sporting Club Flegreo. 

Intervista a cura di Chiara Calcagni


VELLETRI/NAPOLI - Trasferta impegnativa per le ragazze che si sono allenate duramente durante la settimana per arrivare al meglio e portare a casa un altro risultato. Ecco cosa ha dichiarato, dimostrando di essere già in pieno clima pre-partita.
Mister, come arrivate alla partita di domenica? 


Siamo pronti per affrontare la gara di domenica, le ragazze si sono allenate bene durante tutta la settimana, che è stata lunga ma dai risultati ottimali in allenamento. La concentrazione non manca. 

Quanto è importante questa partita? 

La partita ed il risultato finale non sono di vitale importanza, perché arriviamo come primi in classifica ed anche in caso di sconfitta resteremmo sempre nella nostra posizione. Se riusciamo a portare a casa la vittoria, tuttavia, stacchiamo una squadra pretendente che ha solo tre punti di svantaggio rispetto alla nostra portando la distanza a sei punti, quindi direi che per la classifica sarebbe un buon traguardo. 

Come sta la squadra? Le ragazze sono pronte? 

Sicuramente veniamo da due settimane difficili per alcuni infortuni subiti, la situazione però sembra stabile, c’è concentrazione fra le ragazze, e soprattutto l’ambiente è sano. La sfida è comunque in atto, affrontiamo una squadra abbastanza agguerrita ed il risultato non è certo né scontato. 

C’è tensione fra le giocatrici? 

La situazione è abbastanza tranquilla ma la tensione, quella sana, non manca. Dopo quattro partite vinte su quattro subentra una certo tipo di responsabilità inconscia che le porta a sentire di dover mantenere sempre lineare l’andamento dei risultati, un’altra vittoria sembra quasi obbligata. 

Che cosa vi aspettate dopo questo inizio di campionato? C’è un obiettivo prefissato ad inizio stagione che cercherete di raggiungere? 

Ci aspettiamo ed auguriamo di confermare il risultato dell’anno scorso, il quarto posto, e di migliorarlo se possibile, raggiungendo innanzitutto la salvezza il prima possibile e poi rientrare almeno nel terzo posto. Come giudichi l’inizio del campionato e il cammino fin qui svolto? - Buono come speravamo. La vittoria di Ancona non è stata facile e non ce lo aspettavamo a differenza della partita con l’Acquachiara dove puntavamo a vincere già in partenza. Sicuramente le quattro vittorie di fila non ce le aspettavamo. Comunque il campionato è abbastanza equilibrato abbiamo cinque o sei squadre allo stesso livello. La cosa importante è il fattore campo: chi vince fuori casa va avanti, per questo Ancona è stata molto importante per noi, chi fa i punti fuori casa da una bella direzione al campionato.