menù



Sponsor

lunedì 20 febbraio 2017

Serie A2 femminile: Continua la marcia inarrestabile della F&D. Abbattuto anche il Flegreo a domicilio

Vince ancora, ed è il caso di dire convince, la F&D H2O. 

NAPOLI - 5° vittoria su 5 gare disputate e 1° posto della classifica del girone SUD consolidato a punteggio pieno e difeso con i denti in un campo difficilissimo e, soprattutto, al cospetto di un'altra seria pretendente ai play-off promozione, il Flegreo del mister greco Koinis, rinforzato da una campagna acquisti importante la scorsa estate, che aveva visto nell’innesto di Tortora la sua punta di diamante.
Ma niente, e neanche il blasone di un nome altisonante, ha intimorito le ragazze veliterne quest’oggi che alle forte attaccante napoletana hanno lasciato solo le briciole, tanto che lo zero alla casella gol segnati parla da se. Un’ottima prova, l’ennesima, di tutto il collettivo gialloblù che ancora una volta ha dimostrato di essere “squadra”, un privilegio che a questi livelli diventa determinante in quello che è l’esito finale di un confronto e in quello che, si spera, sarà il futuro di questo campionato. Quando a fine gara è stato chiesto a Di Zazzo di nominare la migliore in campo la sua risposta è stata semplice: “Oggi ha vinto la squadra, il nostro collettivo. Non c’è stata una migliore in campo ma un gruppo fantastico che ha saputo reggere “botta” e piazzare la zampata decisiva al momento giusto. Ho ricevuto i complimenti per questo aspetto a fine gara, ed è davvero un aspetto che inorgoglisce”. Ad oggi quindi prosegue l’imbattibilità del team laziale e, forse, diventa difficile nascondere che l’ambizione della salvezza sia ormai un po’ stretta a questa squadra. I numeri da sempre sono quelli che decidono e il Velletri risulta essere la difesa meno bucata del campionato. Normalmente è in questa fase che si costruiscono le squadre ambiziose ed è questo il vero punto di forza delle gialloblù. Se le due cose continueranno ad andare di pari passo anche questa volta, allora questa giovanissima compagine ha le carte in regola per continuare a sognare qualcosa di più che la sola salvezza. Su 5 gare disputate 3 sono state le vittorie esterne, e, cosa fondamentale, due nelle tane di due ambiziosissime compagini: Vela Ancona e proprio Sporting Flegreo. Qualcosa significherà! Tornando alla gara con le napoletane di oggi è stata un incontro duro, verrebbe da dire “maschio”, dove le due squadre si sono affrontate a viso aperto ribattendosi con veemenza a ogni azione di gioco e dandosi battaglia su tutti i palloni. Non è stata una gara bellissima, la tattica l’ha fatta da padrone e le folate e giocate dei singoli ne hanno indirizzato la contesa. Da ammettere anche che l’arbitraggio di Frauenfelder, pur buono nel complesso, non ha favorito lo spettacolo. Poche espulsioni totali, 3 in favore del Flegreo e 2 per F&D, che hanno contribuito allo scarso numero di reti totali. Avanti F&D per 0-2 grazie a un buon inizio e alle reti di Sathitanon e Clementi. Recupero Flegreo con la doppietta di Loffredo con due belle conclusioni dal centro; nuovo vantaggio ospite ancora con la thailandese Sathitanon che, alla lunga, vince il confronto nel confronto con la provvisoria capocannoniera del girone SUD, Tortora. Il Flegreo impatta di nuovo con Altieri abile a sfruttare una superiorità numerica per il 3-3 di fine terzo tempo. E’ battaglia, battaglia vera. In apertura di ultimo parziale Altieri si ripete con una botta da posizione 4 e porta per la prima volta le sue sul +1. Neanche il tempo di mettere la palla al centro e De Marchis ristabilisce immediatamente la parità con una delle sue bordate da posizione 2. Una vera prodezza balistica per la numero 4 veliterna che centra la rete da quasi 10 mt. Si riparte dunque e Minopoli si supera in più di qualche occasione, in particolare su una beduina dai 2 mt di Loffredo che l’estremo difensore gialloblu riesce a deviare quel poco per far si che la palla si stampi sulla traversa. Si va avanti così fino a 2’ dal termine quando Sathitanon si libera con caparbietà dalla marcatura e girandosi dai 2 mt scaraventa tutta la sua forza in un tiro che si infrange però sulla traversa con la Izzo che non può fare altro che guardare. Tanta è la forza della conclusione della straniera F&D che il pallone ricade nelle mani di Clementi ben piazzata in posizione 2. L’attaccante veliterno non ci pensa due volte e con forza tenta la conclusione a rete che, con un pizzico di fortuna, carambola prima sulla traversa, poi sulla incolpevole Izzo e per poi depositarsi in rete per l’ultimo e definitivo vantaggio del Velletri. E’ la rete della meritata vittoria della capolista che si conferma in grande spolvero e in grande momento di forma come ribadisce e chiude mister Di Zazzo: “Abbiamo portato a casa altri 3 meritatissimi punti. In acqua noi abbiamo fatto quel qualcosa in più che ci ha permesso di tenere quasi sempre il pallino del gioco, ma soprattutto di imbavagliare egregiamente le loro bocche da fuoco. Successo importante e di valore ma la strada e il campionato sono lunghi e guai a rilassarsi. L’appetito vien mangiando”. La F&D ritornerà nella piscina casalinga del Tortuga domenica prossima quando arriverà il Volturno dell’attuale capocannoniere Starace e della ex di turno Gemma Mastantoni che sta egregiamente difendendo la porta delle sammaritane. Partita sulla carta abbordabile e alla portata delle gialloblù anche se nella pallanuoto niente è scontato e il fatto di essere lassù, a guidare la classifica, non deve far venire il mal di vertigini.

Sporting Flegreo - F&D Fortitudo DOMUS PINSA 4-5 Parziali: 0-1, 1-1, 2-1, 1-2 Sporting Club Flegreo: Izzo, Altieri I., Mele, Parisi, Altieri L. 2, Loffredo 2, Vitiello, Tortora, Di Palma, Savino, Dirupo, Anastasio, Lepori. All. Koinis F&D Fortitudo Domus Pinsa: Minopoli, Maggiore, Sathitanon 2, De Marchis 1, Zenobi, Rosini, Antonacci, Clementi 2, Passaretta, Ercoli, Turchi, Bagaglini, Mordacchini. All. Di Zazzo