menù



Sponsor

giovedì 16 febbraio 2017

Nuoto Sincronizzato: week-end di gare per le Esordienti A e per le Ragazze

Categoria Esordienti A: Gara FIN Propaganda di Sabato 11 Febbraio 


In gara il doppio di Giulia Pertrili e Giada Iannuzzi che, rispetto alla gara precedente dove avevano fatto registrare il punteggio finale di 42,668, hanno migliorato la loro performance finendo con un ottimo 45,065 che le ha fruttato la nona posizione su 14 esercizi in gara.
Nella stessa categoria si sono esibiti anche Benedetta Pirocci e Sofia Zaccagnini che, alla loro prima esperienza insieme, hanno dato prova di coraggio e determinazione registrando un finale di 37,750 punti che le ha relegate al 12° posto. Piccola delusione per la squadra composta Giulia Petrilli, Giada Iannuzzi, Elena Turchetti, Giulia Perciballi e Linda Bagaglini, che hanno sostanzialmente ottenuto lo stesso punteggio dell’ultima gara (41,567) ma con delle imprecisioni che hanno compromesso l’esercizio e le hanno fatte scivolare dal 7° posto della gara precedente all’ 11°. Attenuante del caso la lunghe 3 ore di attesa che le ragazze hanno dovuto subire dall’arrivo sul campo gara fino alla loro esibizione. 



Categoria Ragazze: Gara FIN propaganda di Domenica 12 Febbraio 

Squadra Junior in campo con 5 delle nostre atlete in gara: Calabrò Castello Noemi, Monti Giulia, Mancini Sofia, Della Vecchia Silvia e Gentili Michela. Le ragazze, nonostante il continuino misurarsi contro atlete di alto livello, non mollano un centimetro e, ad ogni gara, danno il massimo per raggiungere il loro massimo. Su di loro un commento del tecnico Silvia Canini: “Sono ragazze determinate, hanno coraggio da vendere e continueranno dritte per la loro strada ad allenarsi a testa bassa affinché possano raggiungere le loro avversarie, con molti più anni alle spalle di loro di allenamento. Ovviamente io non posso che augurargli di farcela. Oggi non sono andate benissimo e la gara si è conclusa con 5 punti in meno rispetto alla precedente ma le difficoltà dell'esercizio erano maggiori e aumenteranno sempre di più. Questa però è l’unica strada per arrivare alle spalle delle loro sfidanti: eseguire un esercizio di maggiore difficoltà. Atteggiamento che non farà altro che far crescere queste ragazze giorno dopo giorno”.