menù



Sponsor

sabato 14 gennaio 2017

L'angolo del Computer: quando si vuole acquistare un PC Windows

Quando si vuole acquistare un pc Windows bisogna valutare bene a cosa servirà in modo da ottimizzare la spesa. 

di Stefano Ruffini

RUBRICHE/1 - Se non ci sono problemi di spazio e la postazione dove verrà usato sarà sempre la stessa è senz’altro auspicabile prendere un pc desktop (detto anche pc “fisso”) che ha un miglior rapporto prezzo/prestazioni grazie al fatto che non deve tenere conto dei consumi della batteria e di componenti miniaturizzati e può essere espandibile e riparabile con facilità.
Se invece per motivi diversi si è optato per un laptop, cioè un pc portatile, bisogna anche qui tenere conto di come verrà usato. Infatti se verrà spostato poche volte converrà acquistare un 15” che è la misura dello schermo più venduta e che per questo, a parità di componentistica, costa meno di un portatile con schermo maggiore o minore. Se viceversa dovrà essere uno strumento sempre in viaggio allora è bene pensare ad un netbook, cioè un portatile più leggero da 10-12,5” massimo con peso variabile da 1 a 2 Kg. All’interno di questa fascia poi si può spaziare da un normale netbook dalle prestazioni “base” fino ad un ultrabook al massimo delle performance che può superare abbondantemente come prezzo i 1000 euro. Una volta sballata la confezione, montata la batteria (se portatile) e fatta l’installazione del Windows 10 rispondendo alle varie domande richieste dal sistema operativo, troveremo una serie di programmi pre-installati, alcuni dei quali poco utili (sono gli sponsor), altri di prova che scadranno dopo qualche mese se non acquistati. Alcuni di questi potranno incidere sulle prestazioni del sistema e sarà bene disinstallarli dal pannello di controllo/programmi (la lista dei programmi varia a seconda delle marche) oppure inibirne l’attivazione all’avvio del Windows tramite il comando msconfig digitato dalla barra dei comandi (Cortana). I programmi che invece scadranno se non acquistati sono generalmente antivirus e Microsoft Office (Word, Excel, Power Point, ecc.). Il mio consiglio per risparmiare è di toglierli sostituendoli con programmi gratuiti. Per l’antivirus utilizzare quello già compreso nel Windows 10, il Windows Defender (basterà digitare questo nome sulla barra dei comandi) oppure uno dei tanti gratuiti che si trovano su internet anche se a differenza del Defender ogni anno necessitano di una reinstallazione perché escono nuove versioni. Per l’ Office invece consiglio si scaricare una delle suite opensource (gratuite e legali) come OpenOffice (http://www.openoffice.org/it/) o LibreOffice ( https://it.libreoffice.org/ )