menù



Sponsor


lunedì 30 gennaio 2017

Il volto umano di don Gaetano Zaralli nei suoi ultimi due libri presentati alla "Mondadori"

Davanti a una sala gremita si è svolta lo scorso 27 gennaio, presso la libreria Mondadori di Velletri, la presentazione degli ultimi due libri di Don Gaetano Zaralli pubblicati per la casa editrice Aracne. 

di Valentina Leone


VELLETRI - Ricreare in una libreria lo stesso dibattito e confronto aperto ricercato ogni domenica in chiesa, con l’intenzione di calare l’esperienza della fede nei problemi della vita quotidiana: questo è il miracolo di Don Gaetano Zaralli, per rimanere entro una terminologia tecnica, capace a distanza di anni dall’ultima predica ufficiale sull’altare di San Michele Arcangelo, la più piccola chiesa di Velletri, di richiamare un vasto pubblico desideroso di ricevere una risposta concreta alle proprie esigenze intime diversa dal semplice invito alla accettazione di una realtà spesso troppo stretta.
A introdurre l’incontro e i dialoganti con l’autore Ezio Tamilia, noto giornalista e autore RAI, che ha coordinato l’evento cercando sempre di porsi in una posizione dialettica, con un approccio dinamico e propositivo, rispetto alle osservazioni sollevate durante la presentazione dei due volumi di Don Gaetano Un Vangelo dal volto umano e Quale lo scandalo?, entrambi editi nel 2016 per i titoli dell’Aracne editrice. Sulla struttura del primo libro è intervenuto il musicista e scrittore Onorio Zaralli, che a partire dal contrasto presente nel titolo tra la sacralità delle Scritture e la dimensione umana ha ripercorso gli snodi del ragionamento affrontato da Don Gaetano. Il discorso di tenore interdisciplinare, molto attento agli aspetti storici, filosofici e antropologici, ha ricordato il portato proprio del cristianesimo, rivoluzionario rispetto alle altre religioni, di credere in un Dio che diventa uomo di fatto abbattendo le distanze tra il sacro, etimologicamente ciò che è separato dalle competenze dell’uomo, e l’umano.
Nel suo libro Don Gaetano ha saputo riportare in evidenza il volto umano di Cristo e a far ritrovare, in un medesimo tempo, il valore del sacro, sgombrando qualsiasi dubbio sul tradizionale annullamento tra fede e ragione. Il Dottor Rocco Della Corte, direttore del quotidiano “Velletri life”, ha invece esposto le sue puntuali osservazioni su Quale lo scandalo?, libro che Don Gaetano ha composto a partire dalla raccolta dei propri interventi sulla mailing list Preti on line. Le tematiche non canoniche per un prete, ma al fondamento della quotidianità, sono state gestite mantenendo sempre il proprio ruolo; mentre la posizione di Don Gaetano rispetto ad alcuni temi caldi, espressa con nettezza nelle mail di quasi venti anni fa, è stata foriera e precorritrice di alcuni orientamenti recenti della Chiesa. Le letture espressive del regista e attore Enzo Toto hanno intervallato i contributi critici con una scelta dei capitoli più significativi di quest’ultimo libro, rendendo tangibile la sostanza scandalosa delle questioni e in particolare lo stile di scrittura diretto di Don Gaetano che trova nella leggerezza dell’ironia, dal sapore ariostesco e calviniano, lo strumento per sollevare il velo della mistificazione. La voce di Don Gaetano, in risposta alle domande degli interlocutori intervenuti, ha raccontato la gioia del vedere i propri scritti pubblicati: atti d’amore che sono costati una grande sofferenza, per la continua pressione e la ricerca della forza di continuare a esprimere la propria opinione rimanendo dentro la Chiesa. Notevole è stata inoltre la partecipazione della platea, che ha arricchito l’incontro con domande per niente banali che hanno anche colto questioni rilevanti quale la possibile degradazione dell’operato di Don Gaetano, vigente del resto fu al tempo di Ratzinger vescovo di Velletri, a manovra populista.
L’evento è stato poi chiuso dall’intervento di Guido Ciarla, titolare della Mondadori bookstore di Velletri, il quale ha annunciato l’apertura, con la presentazione dei due libri di Don Gaetano, di un fitto programma di eventi che prevede il coinvolgimento delle scuole con grandi nomi, a cominciare da Giovanni Floris, Beppe Vessicchio, Veronica Pivetti e tanti altri. Un calendario che verrà presto ufficializzato nei dettagli e che sarà di volta in volta annunciato anche da “Velletri Life”. Da segnalare anche la presenza di David Ermacora, titolare del negozio Io e tè, che ha gentilmente offerto tisane e tè caldi ai numerosi presenti. Dal dialogo sui due libri è emerso un ampio dibattito che, al di là delle opinioni strettamente personali, ha avuto il merito di risvegliare e scuotere coscienze, con la messa in discussione di temi sentiti e troppo di frequente censurati dalla morale cattolica. Dalla scrittura e dalle parole di Don Gaetano, la cui unica “colpa” - come ricordato da Rocco Della Corte prefatore di Quale lo Scandalo? - è quella di essere innamorato di Gesù, non si può che cominciare a riflettere e, di riflesso, imparare a viver
e.