menù



Sponsor


martedì 31 gennaio 2017

Coop Velletri, i dipendenti: "Lotteremo per i nostri diritti. Non si può chiudere!"

La vicenda Coop continua a tenere banco nella città di Velletri. La nostra Redazione ha intervistato alcuni dipendenti per cercare di comprendere la situazione. 

di Rocco Della Corte

VELLETRI - "Cosa succede è ormai storia nota", racconta una dipendente al nostro Giornale, sottolineando come il supermercato Coop sia attivo dal 1989. "E' un esercizio commerciale integrato col quartiere e non solo, un punto di riferimento per soci e clienti, punto di aggregazione per varie attività sociali svolte con la sezione soci in stretta collaborazione con Comune e associazioni".
"L' ultima iniziativa in ordine di tempo è L Ausilio per la Spesa che porta, senza costi, la spesa una volta a settimana a casa di persone con varie problematiche. Il personale ha messo in atto una raccolta firme - come annunciato la scorsa settimana da Velletri Life - che in soli due week end ha raggiunto la cifra di oltre 900 firme ed è ancora in atto. Il 26 abbiamo avuto l'assemblea sindacale con Cgil, Cisl e Uil e si è concluso con noi il giro di assemblee. Si è deciso di fare uno sciopero di otto ore il 3 febbraio e di partire con pullman verso la nostra sede di Vignale So che avevamo già circa 20 pullman pieni ma ed è notizia di stamattina. L'azienda è disposta ad aprire un tavolo di trattative". Prospettive, dunque, ma anche tanti dubbi, leniti solo in parte dalla solidarietà arrivata da vari enti: "per quanto ci riguarda abbiamo avuto appoggio da varie associazioni: Confcommercio, Alfad, Sindacato, Cgil dei pensionati e per primo il comune di Velletri che con tutta la giunta si è schierato a nostro fianco. Tutto questo - raccontano i dipendenti - ci riempie di orgoglio anche perché abbiamo notato da parte dei nostri clienti tanta solidarietà e soprattutto stupore per le scelte aziendali. Ora dopo il comunicato dei sindacati che sono pronti ad andare al tavolo aspettiamo la data con ansia, sperando si possa evitare il peggio e cioè la chiusura e i licenziamenti. La strada sarà lunga e in salita ma siamo pronti a lottare come abbiamo sempre fatto". Velletri Life seguirà gli sviluppi della vicenda, nella speranza che questa si concluda nel migliore dei modi con la salvaguardia dei posti di lavoro e il mantenimento di un supermercato storico e sito in un punto nevralgico della città come via di Ponente.