lunedì 16 gennaio 2017

Cinquant'anni fa Lariano si staccava da Velletri: al Polifunzionale presentato il Programma di Festeggiamenti

Sabato 7 Gennaio nel pomeriggio alle ore 18 nella Sala Polifunzionale Tiberio Bartoli si è svolta la cerimonia di presentazione del programma dei festeggiamenti dedicati al 50° anniversario dell’autonomia comunale.

di Alessandro De Angelis


Il 28 agosto 1967 rappresenta per Lariano e tutta la comunità larianese una data storica dove si è raggiunto un traguardo importante con l’autonomia grazie al lavoro profuso dal Comitato per l’Autonomia dopo dieci anni.
Proprio per ricordare e celebrare quei valorosi membri del Comitato la cerimonia di sabato ha assunto un significato ancora più intrinseco di valori. L’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Maurizio Caliciotti in vista di questo importante giorno del 28 agosto, sta lavorando alacremente insieme ad un gruppo di lavoro per i festeggiamenti per il 50° anniversario e si sta allestendo un ricco programma atto a celebrare l’importante data. Al tavolo dei relatori gli assessori Fabrizio Ferrante Carrante, Gianni Santilli, la professoressa Teresa Tamburlani figlia del compianto e indimenticato Ferdinando Tamburlani il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Lariano dott. ssa Isabella Pitone, il professore Valentino Romani.
Il grafico Riccardo Cimmino e Gaetano Campanile. Dopo la presentazione a cura di Stefano Raucci che ha introdotto gli illustri relatori e sottolineato l’importanza dei festeggiamenti per l’autonomia di Lariano, sono iniziati gli interventi dei vari relatori ad iniziare dal professor Valentino Romani che nel suo intervento dopo aver sottolineato l’importanza del significato storico dell’autonomia di Lariano, ha parlato del concetto di identità storica. Due lutti che hanno colpito il sindaco Maurizio Caliciotti e il vicesindaco Sergio Bartoli hanno impedito la loro presenza sul tavolo dei relatori in questa manifestazione. L’assessore Fabrizio Ferrante ha portato il saluto del vice-sindaco Bartoli, e sottolineato l’importanza del 50 anniversario dell’autonomia di Lariano: “E’ un traguardo storico per la città di Lariano- ha affermato Fabrizio Ferrante Carrante- un momento in cui ognuno si sente parte di una comunità”. Intenso è stato l’intervento della professoressa Teresa Tamburlani che ha messo in risalto l’importanza dei valorosi componenti del Comitato per l’autonomia cosituitosi nel 1957. “Va a loro- ha affermato Teresa Tamburlani- il giusto riconoscimento. Sono persone che hanno provato su di loro la storia di Lariano e spicca il desiderio che ognuno di loro aveva nel far diventare Lariano comune autonomo. Ci vollero dieci anni al termine dei quali si arrivò alla storica autonomia per Lariano. Ricordiamo inoltre la data storica del 1935 con la prima importante conquista con la sentenza del Commissario agli usi Civici che dette causa vinta ai larianesi per la costituzione dei Beni Demaniali”. C’è stato l’intervento della dirigente scolastica professoressa Isabella Pitone che ha evidenziato l’importanza della ricorrenza per la comunità di Lariano e si è detta orgogliosa del coinvolgimento attivo del mondo della scuola con l’evento del 28 aprile della rappresentazione teatrale a cura dei ragazzi della scuola media Achille Campanile e ha ringraziato il sindaco Maurizio Caliciotti, l’assessore alla pubblica istruzione Maurizio Mattacchioni, tutta l’amministrazione comunale e tutto il gruppo di lavoro. Il grafico Riccardo Cimmino ha presentato il logo ufficiale del 50° anniversario per l’autonomia “E’ stato questo un logo in cui ho ricercato la facilità di utilizzo, e dove sono rappresentati i colori dell’Italia, dell’Europa e di Lariano e che si presenta dinamico e volto al futuro. Il calendario 2017 è stato il primo utilizzo del logo. Un calendario 2017 con il quale l’amministrazione ha voluto celebrare questo storico anno per Lariano. Il calendario artistico della città di Lariano è una tradizione che si porta negli ultimi anni e che ha avuto un grande successo. La copertina di questo calendario è stata affidata all’artista Luana Cuticchia. All’interno ci sono immagini storiche dei componenti del Comitato per l’autonomia, dei vari sindaci succedutesi dall’Autonomia ad oggi e immagini e foto storiche di Lariano e le strutture sportive. Il programma di massima dei festeggiamenti è stato presentato da Gaetano Campanile. Un programma ricco di eventi culturali, artistici, sportivi che vedrà il coinvolgimento del mondo della scuola e del mondo associativo e che come primo grande appuntamento vede il 25 marzo con l’apertura presso il Palazzo Comunale della mostra fotografica e multimediale e con esibizioni di artisti di strada e animazione.
L’assessore allo spettacolo Gianni Santili nel suo intervento ha sottolineato come "La rivoluzione dei cuori – di cui aveva parlato nel suo intervento la professoressa Tamburlani- è ancora in atto a Lariano. Lariano come comune autonomo nasce grazie alla natura dei suoi cittadini. Grazie a quella laboriosità che tutti ci invidiano che vede la sua punta massima nelle attività dell’associazionismo locale. Uno specchio odierno di questo spirito di emancipazione nei confronti del mondo” L’assessore Gianni Santilli ha poi dato lettura dell’intervento del sindaco di Lariano Maurizio Caliciotti. Un intervento molto intenso e ricco di significati dove dopo aver ricordato il grande apporto dei compianti e indimenticati Ferdinando Tamburlani e Walter Pantoni, il primo cittadino evidenzia in un passaggio “il 2017 rappresenta per la nostra comunità un raggiungimento di un traguardo. Il 50°anniversario dell’autonomia comunale. A ricordo di tutti coloro che sono stati protagonisti di una così importante conquista democratica. Un esempio di sacrificio e d’impegno che sono alla base di coloro che si sono battuti per l’autonomia e confido saranno anche un esempio per le nuove generazioni”. Nel discorso del sindaco dopo i vari ringraziamenti per i componenti del gruppo di lavoro: Gaetano Campanile, Padre Vincenzo Molinaro, il prof. Valentino Romani, la professoressa Isabella Pitone, la professoressa Teresa Tamburlani, la professoressa Cristina Battistelli, Gianni Bastianelli, Danilo Rossi, Danilo Scifoni, Edmondo Furi, padre Domenico Aiuto e la mia collaboratrice Luana Spallotta. “Sono certo- ha poi affermato nel discorso il sindaco- che senza l’apporto di Padre Antonio Cima, la sua passione, il suo impegno, la storia di Lariano avrebbe avuto un corso diverso. Un prete, un uomo, una guida per Lariano. Un grazie inoltre ai sindaci e agli amministratori che si sono succeduti dall’autonomia ad oggi”. Dopo vari altri ringraziamenti tra cui alle associazioni di Lariano che verranno coinvolte, al grafico Cimmino e a Giancarlo Felci per la concessione del prestigioso archivio fotografico. Il sindaco Caliciotti nella parte finale del discorso ha evidenziato :”Come sindaco intendo porgere il mio più sentito e dovuto ringraziamento, a tutti i componenti del Comitato per l’autonomia, agli uomini della sentenza del 1935 e a tutti coloro che con tanta enfasi e soprattutto con tanto amore per Lariano sfilarono manifestando con forza per i giusti diritti”.