Sponsor

Le migliori attività commerciali e non solo di Velletri e dintorni:




lunedì 30 gennaio 2017

Al teatro di Terra, il 4 e 5 febbraio va in scena «Storie dell'altro mondo» di Lorenzo Canarutto

Sabato 4 febbraio alle ore 21:00 e domenica 5 febbraio alle 18:00 si svolgerà, presso il Teatro di Terra situato in Via San Crispino, lo spettacolo teatrale «Storie dell'altro mondo», interpretato dal cast del laboratorio teatrale AlterArti. 

di Sara Scifoni 

VELLETRI - La realizzazione del progetto è permessa dalla preziosissima collaborazione del Dopolavoro Ferroviario di Velletri e di “Belli come il Sole” che provvederà, attraverso il lavoro di Valentina Menta, direttamente dal centro benessere di Ciampino, al trucco di scena.
L'opera, scritta e diretta dal regista e drammaturgo Lorenzo Canarutto, consiste nell'esecuzione di 4 atti unici tra di loro narrativamente legati. Il primo episodio, intitolato «Venere» narra di Debora ed Elena, le cui vite verranno sconvolte dall'arrivo di un pescatore nella loro orologeria: la riparazione della bussola del navigatore diventa così un curioso ed appassionante evento per tutti i personaggi. «Teatro vivo» è invece la storia di un bizzarro produttore teatrale che decide di aprire le porte al pubblico anche durante le prove dello spettacolo, convinto che così facendo gli incassi aumentino. Dietro alla maschera del regista nel secondo atto si cela una tacita critica all'esiguo ed insufficiente investimento sulla cultura italiana, aspra e deludente situazione odierna che tocca da vicino tutti gli amanti dell'arte. Altro corto teatrale dall'ironia tagliente è «Farfalla», di cui il nucleo è il tema della corruzione in ambito sociale, professionale ed universitario in Italia che sfocia in mancanza di meritocrazia, raccontato attraverso la voce di Dino, studente universitario giovane ed ambizioso. Infine «Lancia bianca», ultimo atto che racconta di Diego Benedetti, astronauta imbarcato sulla stazione spaziale per seguire da vicino un'imminente eclissi. Il protagonista della vicenda comincia però a rifiutare ogni tipo di contatto umano; l'agenzia spaziale prova ad intervenire credendo che Diego sia impazzito, ma quest'ultimo rifiuta di essere definito tale. Interessante è poi l'impiego di una sperimentale rielaborazione della tecnica teatrale delle ombre, di usanza tipicamente sud asiatica. «Storie dell'altro mondo» è un avvincente e innovativo reticolo di storie concatenate combinate in un giusto compromesso tra comicità e sarcasmo; quella di Lorenzo Canarutto risulta una sperimentazione fresca e promettente per la quale si prevede una buona riuscita.