menù



Sponsor


martedì 27 dicembre 2016

Un anno importante per il Polo "Juana Romani": il bilancio del responsabile Alessandro Filippi

Si chiude per il Polo Espositivo Juana Romani un anno importante per la sua storia. 

di Alessandro Filippi


VELLETRI - Il 2016 è stato l'anno del consolidamento di questo progetto nato nel mese di Ottobre del 2013 quando il Consiglio d'Istituto dell' IIS "Cesare Battisti" approvava il progetto fortemente voluto dal dirigente Eugenio Dibennardo e dall'architetto Roberta Ciocchetti di affidare al Circolo Artistico La Pallade Veliterna gli spazi espositivi della sede storica dell'istituto statale d'arte Juana Romani.
Gli spazi, grazie alla collaborazione di Americo De Vecchis - Alida Ferettini - Alvaro Mariani - Antonio Protani, sono stati riqualificati e aperti al pubblico il 23 novembre del 2013 con l'inaugurazione della Rassegna Nazionale di Arte Sacra.
Da quel momento è partito un lungo cammino che dopo anni di sacrifici e di pesanti battaglie sta dando i suoi frutti. Dopo le prime mostre a livello locale, con alcuni artisti che fin dal principio hanno creduto nel progetto sono stati raggiunti traguardi inaspettati, questo grazie a chi collabora quotidianamente alla realizzazione delle attività Francesco Trombetti in primis, Adele Bianco dirigente emerito dell'Istituto Alberghiero Ugo Tognazzi, Daria Colasanti, Guido Giani, Daniele Pietrella.
Non manca il sostegno e l'approvazione da parte dell' amministrazione comunale nelle persone del Sindaco Fausto Servadio degli assessori Pontecorvi e Pocci che nelle varie manifestazioni cittadine hanno sempre posto in evidenza il ruolo del Polo. Grazie anche al sostegno delle consigliere Sabina Ponzo - Romina Trenta - Carla Caprio abbiamo superato insieme al dirigente scolastico Eugenio Dibennardo numerose difficoltà che oggi consentono a Velletri di avere una struttura dove sono conservate più di 500 opere di artisti provenienti dalla Regione e anche dal territorio nazionale. Sono presenti gruppi di artisti che con le loro opere costituiscono la collezione permanente: Organizzazione Artistica Friarte di Roma - Società delle Belle Arti di Verona - Accademia Arte e Artigianato di Verona - Accademia Castrimiense di Marino - Associazione La Mimosa di Cisterna - Associazione DF di Cisterna - Arte e Plus di Ercole Bolognesi di Roma - Associazione Leonardo da Vinci di Roma ( composta da artisti sordo muti) Gruppo Artistico Antares del Luglio per non parlare poi della recente costruzione della sezione fotografica con l'Associazione Click di Velletri. Tutto questo unito al servizio che Rai Tre buongiorno regione ha dedicato al Polo nel mese di Maggio ha fatto consolidare la nostra piccola realtà che nel secondo semestre del 2016 ha iniziato a promuovere incontri di poesie e conferenze come non sono mancati intermezzi teatrali con i dilettanti all'opera. Graditi ospiti nella edizione del Velletri Wine Festival Nicola Ferri l'orchestra a plettro di Taormina che ha impreziosito notevolmente la manifestazione ponendola al centro della festa dell'uva. Quest' anno abbiamo iniziato una collaborazione con alcuni comuni dei castelli romani in particolare con il comune di Marino per la quale ringraziamo l'assessore Paola Tiberi che ha accolto il nostro imput ad unire le forze per una attiva promozione del territorio. Un grazie anche al Fungo Porcino di Lariano per averci ospitato all'interno della sagra e per la donazione del tappeto verde che oggi copre la sala de Rossi. Un grande sostegno ci è arrivato dalla famiglia De Rossi e dalla Famiglia Arcarese grazie alle quali abbiamo potuto arredare con dignità alcuni ambienti tra cui l'ufficio di presidenza. Una pagina importante è stata in questo 2016 la donazione alla biblioteca del Polo dell'archivio di Radio Delta.
La storica emittente veliterna che ha rappresentato trent'anni di vita veliterna. Orietta e Tonino Trivelloni hanno voluto che fosse la nostra realtà a conservare questo fondo costituito da audiocassette che racconta la vita cittadina attraverso la voce dei protagonisti dei vari aspetti politici sociali e culturali. Un anno pieno di soddisfazioni che ci sprona a proseguire su questo cammino per offrire sempre di più cultura. Un grazie di cuore a tutti quelli che ci sostengono e ci apprezzano. Un grazie particolare al nostro dirigente Eugenio Dibennardo per averci dato la sua fiducia e la sua stima. In ultimo vogliamo augurare alla città un sereno periodo di Natale e un felice 2017 con la speranza di crescere ancora.