sabato 17 dicembre 2016

Serie A2 Femminile: E’ tutto vero, una nazionale Thailandese è l’ultimo e più atteso colpo di mercato della società veliterna

Eccolo l’ultimo tassello mancante al roster della A2 femminile del direttore tecnico Francesco Perillo e del tecnico Danilo Di Zazzo. 


E’ Sathitanon Alwani, detta Ploy, giovane giocatrice titolare della nazionale Thailandese di pallanuoto, giunta Mercoledì 14 Dicembre all’aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci di Roma Fiumicino, dove ad accoglierla sono arrivati proprio i due dirigenti della F&D H2O di Velletri.
Un colpo che era definitivo ormai da giorni, ma che la società veliterna ha voluto ufficializzare solo con l’arrivo della ragazza in Italia. Ploy è quindi la ciliegina sulla torta ad una campagna di rafforzamento importante ampiamente voluta e cercata dalla società laziale.
Una giocatrice che si sposa perfettamente al progetto di crescita di F&D, e che centra in pieno le caratteristiche che Perillo e Di Zazzo cercavano nel rinforzo straniero: giovane, duttile, di carattere e nazionale di un paese asiatico dove la pallanuoto sta crescendo di giorno in giorno, creando squadre che al momento danno filo da torcere alle classiche super potenze della pallanuoto femminile quali l’Italia, la Spagna, l’Ungheria e la Russia. Gran merito di questa operazione è da riconoscere all’attuale commissario tecnico della Nazionale Thailandese, l’italiano Daniele Ferri, che sta facendo un lavoro eccezionale sul team asiatico con il quale ha raggiunto per la prima volta nella sua storia il 5° posto ai recenti campionati asiatici di pallanuoto, dove, la Thailandia, era alla sua prima partecipazione e dove Ploy è risultata essere una delle migliori giocatrici del proprio team. Dicevamo di Daniele Ferri, il quale è stato preziosissimo nell’indirizzare una delle sue migliori atlete verso il team F&D, e favorire il suo ingresso in Italia. Senza dubbio l’arrivo di Ploy andrà a rinforzare una rosa già ampiamente collaudata e sarà quella freccia in più nell’arco di mister Di Zazzo che potrà contare su una giocatrice molto dotata fisicamente ed in possesso di un tiro poderoso dal perimetro. Un mix di esplosività e forza che mancava a colmare un gap da sempre avuto dal team veliterno. Certo, nonostante
Alwani arrivi in perfetta forma fisica, avendo come detto appena terminato la competizione asiatica, ci vorrà un po’ di tempo per vederla all’opera al suo top. L’inserimento non sarà facile ma tutto l’ambiente è pronto a dare una mano alla ragazza asiatica per metterla nel più breve tempo possibile nelle condizioni di potersi sentire come a casa e soprattutto parte della grande famiglia F&D. Cose si è immediatamente manifestata sin dal primo giorno, quando le ragazze veliterne hanno riservato un’accoglienza straordinaria alla loro nuova compagna, preparandole un simpatico striscione di benvenuto e una buonissima torta di buon augurio, a dimostrazione dell’affetto e dell’ambiente che accoglierà la ragazza Thai. Entusiasta dell’arrivo di Ploy e il presidente Francesco Perillo che ci ha raccontato alcuni retroscena della vicenda: “Alla fine della scorsa stagione abbiamo discusso con Danilo e avevamo deciso di portare in Italia una ragazza di un paese straniero, oltre che per rinforzare la nostra rosa, per dare una maggiore visibilità alla nostra associazione e dare alle nostre ragazze l’opportunità di confrontarsi e aprirsi a un contesto culturale e disciplinare diverso. Tramite conoscenze, una su tutte il tecnico del Bogliasco Mario Sinatra, siamo arrivati al commissario tecnico della nazionale Thailandese Daniele Ferri e da lì è nato il tutto. Non posso negare che avevamo un po’ di scetticismo, ma dopo aver visto montagne di video e aver discusso davvero tante volte con Daniele, ci siamo convinti che la scommessa di Ploy potesse essere la più azzeccata tra quelle che avevamo valutato. Oggi siamo sicuramente un po’ meno scettici dopo aver già visto un paio di allenamenti della ragazza. Ha enormi potenzialità e ampi margini di crescita che usciranno sicuramente fuori nel campionato Italiano.
Siamo certi quindi che possiamo intraprendere un cammino importante che speriamo sia davvero di grandi successi per noi e per lei. Mi preme ringraziare tutti i nostri sponsor commerciali che hanno reso possibile questa trattativa, uno su tutto il nostro main sponsor Domus Pinsa ma, soprattutto, ed a gran voce, la famiglia del nostro capitano Linda Minopoli che ha accettato di ospitare la ragazza, elemento strategico per far si che la stessa, di soli 19 anni, non soffra la lontananza da casa e si inserisca il più rapidamente possibile nel nostro contesto culturale”. Sull’arrivo di Alwani in Italia abbiamo avuto modo di avere una dichiarazione del Commissario Tecnico della Nazionale Thailandese Daniele Ferri, che la prossima settimana farà visita al club veliterno in veste ufficiale: “Penso sia davvero importante per la pallanuoto asiatica che una giocatrice Thai possa prendere parte al campionato Italiano dove, di solito, si vedono giocare Cinesi e Giapponesi. Pertanto, per me e per la mia Federazione Nazionale è un grande orgoglio avere per la prima volta una nostra atleta in uno dei campionati di pallanuoto più importanti al mondo, a testimonianza della crescita del nostro movimento. Infatti, il talento indiscusso di Alwani, non sarebbe mai potuto esplodere se intorno non ci fosse stato un grande team e, di conseguenza, il fatto che una nostra atleta sia approdata in un club italiano, è una vittoria per lei ma anche e soprattutto per tutta la nostra squadra. Sono quindi certo che Alwani aiuterà F&D H2O a combattere per i primi posti del proprio campionato dove, spero, che qualche altra nostra atleta possa avere l’opportunità di partecipare il prossimo anno. Devo dire che avevamo diverse opportunità di scelta per Ploy, ma abbiamo preferito scegliere Velletri per la grande disponibilità e atmosfera di familiarità dimostrata dal manager Francesco Perillo e dall’head coach Danilo Di Zazzo che hanno meritato di avere Alwani con loro. Il prossimo anno avremo i SEA Games - campionati asiatici - in Malesia e contiamo quindi di avere la nostra atleta rafforzata da questa splendida esperienza”.